Lanterna Azzurra, la discoteca della strage a lutto su Facebook. Pioggia di insulti: «La vergogna non ha limiti»

Lanterna Azzurra, la discoteca a lutto su Facebook. Pioggia di insulti: «La vergogna non ha limiti»
ARTICOLI CORRELATI
Strage alla discoteca Lanterna Azzura di Corinaldo. Nel locale che aveva organizzato il concerto di Sfera Ebbasta per la sera del 7 dicembre sono morte sei persone nella calca scatenata da una sostanza urticante spruzzata tra la folla, forse spray al peperoncino. La discoteca Lanterna Azzurra ha aggiornato la sua immagine di copertina su Facebook con un rettangolo nero, colore del lutto che ha colpito tutta la comunità. 




Mentre è ora compito degli investigatori accertare le eventuali responsabilità (l'ipotesi investigativa è che nel locale ci fossero più delle 900 persone consentite mentre è stata smentita dal vicepremier Salvini l'eventualità che le porte fossero sbarrate), sulla pagina Facebook della discoteca Lanterna Azzurra si susseguono i commenti di quanti hanno trovato il preoccuparsi di aggiornare la copertina dei social un gesto di cattivo gusto.

 


Molti i commenti di persone indignate: «Zio caro.. avete pure l energia mentale di cambiare l immagine di copertina su Facebook..la vergogna non ha limiti..». E volano parole grosse: «Sono un ex gestore di locali e padre di un ragazzo di 14 anni che potenzialmente sarebbe potuto essere lì. Se venisse confermato che le uscite erano sbarrate e che la capienza non sia stata rispettate non potete fare altro che ammazzarvi da soli». In molti mettono in discussione la gestione della sicurezza all'interno del locale e continuano a commentare il dettaglio delle porte di sicurezza sbarrate che - come già scritto - è stato smentito: le uscite di sicurezza erano libere e funzionanti. 
 
Sabato 8 Dicembre 2018, 11:27 - Ultimo aggiornamento: 08-12-2018 12:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP