Taranto, vantaggi a un detenuto per reati di mafia: sospesa la direttrice del carcere

Martedì 27 Luglio 2021
Taranto, vantaggi a un detenuto per reati di mafia: sospesa la direttrice del carcere

Avrebbe assicurato vantaggi a un detenuto per reati di mafia. Così la direttrice del carcere di Taranto è stata considerata incompatibile con il suo ruolo e quindi sospesa. Si parla al momento di condotte irregolari da parte della dirigente.

Il Capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, Bernardo Petralia, ha sospeso infatti dalle funzioni di Direttrice della Casa Circondariale di Taranto, Stefania Baldassarri.

Il provvedimento è stato adottato - a quanto si apprende da fonti dell'amministrazione - sulla scorta di un' informativa della DDA di Lecce, secondo la quale la Direttrice sarebbe coinvolta in condotte irregolari nell'interesse di un detenuto, presente nello stesso istituto penitenziario, indagato per il reato di 416 bis, l'associazione a delinquere di tipo mafioso.

Giustizia, Marta Cartabia dal premier Mario Draghi che frena: nessuna intesa a due con Conte sulla mafia

Lioce uccise Biagi, nessuno sconto alla brigatista: confermato il carcere duro a L'Aquila

Cartabia: «Indagare su tutto ciò che è avvenuto nelle carceri nell'ultimo anno»

Ultimo aggiornamento: 28 Luglio, 10:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA