Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Corriere muore a 24 anni nel furgone dopo una consegna: «Stroncato da un colpo di calore»

Domenica 3 Luglio 2022 di Maria Bruno
Tragedia a Los Angeles dove un corriere è morto in seguito alle temperature eccessive

Tragedia sul lavoro. L'ennesima. Stavolta, a morire è un giovane ragazzo di 24 anni, Esteban Chavez Jr, trovato senza vita nel furgone con cui stava facendo le consegne per UPSUn improvviso malore dovuto probabilmente a un colpo di calore lo ha sorpreso mentre lavorava, stroncandolo. La tragedia è avvenuta in una strada di Pasadena, nella contea di Los Angeles, in California.

Leggi anche > Marmolada, crolla un seracco di ghiaccio: almeno 6 morti e 8 feriti. Un testimone: «Un boato, poi la valanga»

Il giovane è crollato nel suo veicolo il giorno dopo del suo compleanno. La famiglia crede che sia morto per le eccessive temperature che si sono registrare nella zona del sud della California e che avrebbero reso il suo furgone rovente, a tal punto da ucciderlo.

La tragedia si è consumata una settimana fa, quando il 24enne doveva effettuare una consegna ed era già arrivato davanti alla destinazione e consegnato il pacco. Rientrando sul furgone, è crollato esanime sul sedile. Nessuno si è accorto di lui per circa mezz’ora. La drammatica scoperta solo quando il proprietario della casa in cui aveva consegnato il pacco si è accorto che il furgone era ancora sul posto ed è andato a controllare.

Quando i primi soccorsi medici sono arrivati sul posto, era ormai troppo tardi. «Sono ancora scioccato. Non riesco davvero a crederci. Mio figlio aveva appena compiuto 24 anni» ha dichiarato sconvolto il padre. La vittima lavorava come corriere da quattro anni ed era appena tornato al lavoro dopo aver preso un congedo a causa di un infortunio alla spalla.

Sono ancora in corso le indagini per capire il reale motivo del decesso, ma la famiglia spera che l'incidente serva da lezione per chiunque lavori in aree a temperature da record per evitare che si ripeti la tragedia.

Ups ha commentato la tragedia con una dichiarazione: «Siamo profondamente rattristati per la perdita del nostro dipendente Esteban Chavez e porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici. Stiamo collaborando con le autorità investigative».

Ultimo aggiornamento: 17:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA