Covid, ragazzo di 25 anni infettato due volte: «La seconda più grave». Colpito da due varianti del virus

Lunedì 12 Ottobre 2020
Covid, ragazzo di 25 anni infettato due volte: «La seconda più grave». Colpito da due varianti del virus

Se ci si ammala di coronavirus, si è immuni o si può avere una ricaduta? Della questione si parla ormai da mesi tra gli scienziati, e un articolo pubblicato sulla rivista Lancet Infectious disease fa preoccupare. Un giovane paziente americano, senza alcun problema di salute pregressa, è stato infatti contagiato due volte dal virus Sars-CoV-2 nel giro di poco tempo.

A colpire l'uomo, ora guarito, sono state due diverse varianti del virus, secondo quanto indiga un articolo del Laboratorio di Salute pubblica dello Stato del Nevada, pubblicato appunto sulla rivista scientifica. A provare il contagio sono state le analisi sull'agente patogeno - condotte sia ad aprile che a giugno - che hanno rivelato differenze genetiche. Il paziente, un uomo di 25 anni della contea Washoe (Nevada), era risultato negativo nel lasso di tempo tra le due infezioni. L'ultimo contagio, registrato a giugno, è risultato più grave al punto da richiedere il ricovero

Ultimo aggiornamento: 21:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA