Due casi di variante sudafricana scoperti in Tunisia

Domenica 9 Maggio 2021
Due casi di variante sudafricana scoperti in Tunisia

L'incubo della variante sudafricana del Covid si insinua anche in Tunisia. «Due persone sono state infettate dalla variante sudafricana del coronavirus», ha detto il ministro della Sanità tunisino Faouzi Mehdi, senza precisare altro ma aggiungendo che la situazione epidemiologica nel Paese è allarmante e non è escluso l'arrivo di una quarta ondata. Per scongiurare tale eventualità Mehdi, ha detto che è necessario rispettare il lockdown generale, in vigore da oggi per una settimana, il protocollo sanitario ed evitare incontri pubblici e sociali.

La Tunisia ha registrato dall'inizio dell'epidemia 319.512 casi registrati di coronavirus e 11.350 decessi, ma a preoccupare è la carenza di posti letto negli ospedali, con il 90% dei letti delle rianimazioni occupate, secondo il ministro della Sanità Faouzi Mehdi. I pazienti ricoverati sono 2558, di cui 495 in rianimazione e 149 in respirazione assistita. Procede piuttosto a rilento la campagna di vaccinazione nazionale partita il 13 marzo scorso. Finora, secondo il ministero della Sanità di Tunisi, hanno ricevuto la prima dose di vaccino 478.555 persone, 137.776 la seconda. Il ministero si è impegnato a vaccinare 3 milioni di tunisini entro la fine di giugno e 5,5 milioni entro la fine dell'anno, ha dichiarato il ministro della Sanità Mehdi.

Ultimo aggiornamento: 10 Maggio, 09:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA