Ucraina, tensione tra Russia e Usa. Mosca: «Restate lontani dalla Crimea per il vostro bene»

Martedì 13 Aprile 2021
Ucraina, tensione tra Russia e Usa. Mosca: «Restate lontani dalla Crimea per il vostro bene»

Ancora forti tensioni tra Russia e Stati Uniti. Il vice ministro degli Esteri russo Serghiei Riabkov, ripreso dall'agenzia di stampa statale Tass, ha lanciato alla Casa Bianca un messaggio ben chiaro: «Abbiamo avvertito gli Usa che dovrebbero stare lontano dalla Crimea e dalla nostra costa sul Mar Nero per il loro stesso bene». Secondo Riabkov, con l'invio di due navi da guerra americane nel Mar Nero gli Usa mettono in atto «provocazioni».

«Le navi militari Usa non hanno nulla da fare vicino alle nostre coste. Quello che stanno facendo non sono che provocazioni», ha affermato Riabkov. Da circa un mese si moltiplicano le denunce di violazioni del cessate il fuoco nel sud-est ucraino e Washington e Kiev accusano la Russia di ammassare truppe non lontano dal confine con l'Ucraina e in Crimea, la penisola che la Russia si è di fatto annessa nel 2014 con un'invasione di uomini armati e senza insegne di riconoscimento. Mosca è inoltre accusata di sostenere militarmente i separatisti del Donbass con armi e combattenti.

Stoltenberg: «Russia fermi subito le truppe»

La Nato ha chiesto alla Russia di fermare immediatamente i movimenti delle sue truppe al confine con l'Ucraina. «Nelle ultime settimane, la Russia ha spostato migliaia di truppe pronte al combattimento ai confini dell'Ucraina», ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ricevendo a Bruxelles il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba. «Il considerevole ammasso militare della Russia è ingiustificato, inspiegabile e profondamente preoccupante. La Russia deve porvi fine, fermare le sue provocazioni e ridurre immediatamente l'escalation», ha aggiunto Stoltenberg. 

«Il sostegno della Nato alla sovranità e integrità territoriale dell'Ucraina è incrollabile», ha ribadito Stoltenberg nel corso del punto stampa con il ministro degli esteri ucraino. «Non riconosciamo e non riconosceremo l'annessione illegale e illegittima della Crimea da parte della Russia - ha sottolineato il segretario generale della Nato -. Continuiamo a chiedere alla Russia di porre fine al suo sostegno ai militanti nell'Ucraina orientale e di ritirare le sue forze dal territorio ucraino. La Nato sta con l'Ucraina».

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 10:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA