Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ryanair, bambine (di 9 e 11 anni) costrette a viaggiare da sole per Palma de Maiorca: madre fermata all'aeroporto

Giovedì 4 Agosto 2022
Ryanair, bambine (di 9 e 11 anni) costrette a viaggiare da sole: madre fermata all'aeroporto di Londra

Due bambine, di nove e undici anni, sono dovute partire in aereo (un volo Ryanair) da Londra per la Spagna, a Palma di Maiora, senza la madre, che è stata fermata al gate. La donna non ha potuto volare con loro perché il suo passaporto non era conforme a una specifica norma post-Brexit per i viaggiatori provenienti dal Regno Unito.

Risarcimento voli, Klm paga 70 milioni di euro in 3 mesi: è la peggior compagnia aerea

Ryanair, bambine costrette a viaggiare da sole: cosa è successo

Kate Barke e le sue figlie hanno effettuato il check-in per il volo FR8386 da Londra Stansted lunedì 1 agosto, senza alcun problema. Dopo l'arrivo in aeroporto, hanno anche imbarcato un bagaglio a testa. Ma al gate, la signora Barke è stata rifiutata di salire sul volo.

Perché la madre è stata bloccata

Il passaporto della signora Barke non scadeva fino a febbraio 2023, ma non era conforme a una regola post-Brexit per i viaggiatori provenienti dal Regno Unito. La regola prevede che il passaporto di un cittadino di un "Paese terzo" debba essere rilasciato da meno di 10 anni al momento dell'ingresso nell'Unione europea. La signora Barke ha poi raccontato che i suoi figli erano molto arrabbiati perché la madre non poteva andare con loro, anche se la zia era già sull'aereo, ma con una prenotazione diversa.

La reazione: «Bambini inconsolabili»

Ha detto: «I bambini erano inconsolabili. Sto cercando di tenere duro per il loro bene. Ero nel panico, loro erano isterici. È stato estremamente traumatico», ha aggiunto la signora Barke. «Non c'è stata alcuna offerta di aiuto o assistenza. Ho dovuto attraversare il terminal per ritrovare il mio bagaglio». Il volo era diretto a Palma, la capitale di Maiorca, ed è decollato in ritardo a causa dell'incidente. «Mi è stato dato pochissimo tempo, supporto o opzioni in una situazione molto sconvolgente e stressante, 16 minuti prima della partenza del volo", ha dichiarato la signora Barke all'Independent. "Il sistema è difettoso. Se il check-in richiede solo la data di scadenza di un passaporto, quando in realtà è la data di emissione che si riduce, e di conseguenza può portare a questo tipo di situazione orrenda, l'industria dell'aviazione ha dei grossi cambiamenti da mettere in atto". Un portavoce di Ryanair ha dichiarato: «A questa passeggera è stato correttamente negato il viaggio in quanto il suo passaporto non soddisfaceva i requisiti di ingresso per viaggiare nell'UE (Spagna)».

Ultimo aggiornamento: 20:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA