Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Esercito russo a corto di soldati, stipendi cinque volte più alti della media per chi si arruola

Sabato 11 Giugno 2022 di Raffaele Alliegro
Esercito russo a corto di soldati, stipendi cinque volte più alti della media per chi si arruola

Stipendi più ricchi, bonus e facilitazioni. L'esercito russo sta intensificando la sua campagna di reclutamento. Arriva a promettere paghe quasi cinque volte più alte del normale per chi decide di arruolarsi e di partecipare alla guerra in Ucraina.

Nave ucraina Yuri Olefirenko, la fuga drammatica: riesce a scappare ai missili russi nel Mar Nero

Esercito russo a corto di soldati

E offerte sono apparse anche sui siti web di lavoro russi, fa sapere El Paìs, alla ricerca di “specialisti della mobilitazione in tempo di guerra”. «In Russia sono in corso misure di mobilitazione segrete» ha affermato nei giorni scorsi lo Stato maggiore generale delle Forze armate dell'Ucraina: «Il nemico continua a spostare armi ed equipaggiamenti militari obsoleti dai centri di mobilitazione. I riservisti vengono addestrati nella regione di Voronezh».

 

L'arruolamento

A Tula, una città a circa 200 chilometri a sud di Mosca, a coloro che accettano di arruolarsi per tre mesi viene offerta una paga mensile di 170.000 rubli, cioè circa 3.000 dollari, che è quattro volte più alta dello stipendio medio nella regione. Lo riferisce Insider, riportando notizie del Moscow Times: un reclutatore dell'esercito russo in Cecenia è arrivato invece a offrire per il primo mese uno stipendio di 300.000 rubli, cioè circa 5.200 dollari, quasi cinque volte più del normale. Mosca ha inoltre istituito uffici mobili di reclutamento in tutto il Paese per far crescere in breve tempo i numeri degli arruolamenti. Nell'esercito russo, secondo il Washington Post, i soldati a contratto in genere firmano per tre anni e vengono pagati circa 1.100 dollari al mese. Ma ora Mosca si trova di fronte alla necessità di implementare velocemente e decisamente il numero dei soldati da inviare in Ucraina. Dunque ha cambiato le regole di ingaggio prevedendo retribuzioni decisamente più alte del normale. Secondo El Paìs si tenta però di persuadere le potenziali reclute anche promettendo che non verranno inviate in zone di combattimento oppure che potranno risolvere facilmente il contratto che devono stipulare.

Lo scenario

Alla base di tutto sembra esserci il fatto che dopo tre mesi di guerra il Cremlino continua a sostenere che quella in Ucraina è soltanto una “operazione militare speciale”. E questo rende più difficile organizzare una mobilitazione adeguata alle loro necessità. Il servizio militare, fa sapere El Paìs, è obbligatorio in Russia fino a 27 anni, ma si possono inviare in guerra solo soldati professionisti. Ogni anno ci sono due coscrizioni per il servizio militare e in primavera sono stati arruolati circa 135.000 giovani soldati. Poco prima dell'inizio del conflitto, ha ricordato El Paìs, gli Stati Uniti stimavano che la Russia avrebbe dispiegato in Ucraina tra i 169.000 e i 190.000 soldati. La necessità di una campagna prolungata li obbliga ora a mobilitare molte più truppe di quelle previste inizialmente.

 

Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 07:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA