La cassa M5S con i rimborsi a Di Maio: la rivolta degli eletti cinquestelle

ARTICOLI CORRELATI
di Francesco Lo Dico

8
  • 2897
«Vergognoso». «I soldi dei nostri stipendi in un conto privato: inaccettabile». «Io voglio restituire allo Stato, non a Di Maio per finanziare la propaganda del M5s». «La mia parte d'ora in poi la darò a chi dico io, non a chi dicono loro». Nelle chat dei parlamentari a 5 Stelle, la rivolta contro i nuovi rimborsi scoppia mercoledì pomeriggio, quando sulle caselle mail di deputati e senatori si affaccia una stringata comunicazione dell'help desk di Rousseau. Oggetto: le restituzioni.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 15 Marzo 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 16 Marzo, 21:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-03-16 19:21:54
giggino spot e niente, viva il niente (adda' passa'...................)
2019-03-15 14:48:51
Probabilmente questi parlamentari non vogliono dare i soldini, però quando si sono candidati nel M5S lo sapevano che dovevano tagliarsi lo stipendio per delle cause benefiche, perchè ora protestano? Se i soldi vanno su un conto ad hoc e poi si girano alle piccole imprese o alla protezione civile si possono controllare i furbetti, di che hanno paura questi parlamentari che protestano?
2019-03-15 12:59:08
il movimento è una S.P.A. con tanto di padrone quindi... e meglio che chiudete tutto e andate a casa , prima che lo faranno gli italiani.
2019-03-15 11:32:19
ecco dove voleva andare a parare gigino???? ora è tutto chiaro!!!! finalmente ha realizzato il suo sogno e quello del datore di lavoro casaleggio!!!!!
2019-03-15 11:03:34
In qualsiasi associazione senza scopo di lucro, se il Presidente mettesse sul proprio conto i soldi comuni o quelli di un finanziamento, anche di un euro, lo farebbero saltare. Si apre un conto intestato all'associazione, ma con la firma del presidente , che deve dare conto di ogni operazione. Meglio se firma congiunta con altra carica ( tesoriere, ad esempio). Con bilancio annuale verificabile dai soci.

QUICKMAP