Dino Giarrusso, selfie nudo su Facebook e revenge porn: «Denuncio tutto alla Postale»

Dino Giarrusso, selfie nudo su Facebook: «Denuncio tutto alla Postale». Ecco cos'è accaduto
1
  • 4
Un altro caso di revenge porn e ancora una volta la vittima è un esponente del Movimento 5 Stelle: dopo il caso di Giulia Sarti, è il turno di Dino Giarrusso, ex inviato de Le Iene e candidato per il M5S al Parlamento Europeo. Su Facebook è comparsa infatti ieri una sua foto a luci rosse, con commento ammiccante su una sua presunta ‘abitudine’ a mandarne di simili alle ragazze. «Ce l’avete tutti questa figurina, sì?», chiede infatti l’autore del post incriminato, poi rimosso dopo un’oretta.

Bonus bebè potenziato e detrazioni per pannolini e latte in polvere

Una vicenda spinosa che ha fatto imbestialire lo stesso Giarrusso, autore peraltro dei servizi per Le Iene sul caso di Fausto Brizzi, il regista accusato da alcune attrici di molestie sessuali, e che poco tempo fa è stato prosciolto da ogni accusa. «Denuncerò subito la vicenda alla polizia postale - ha detto a Repubblica che gli aveva chiesto un commento - Ricordo che chiunque faccia circolare foto di nudi senza segnalarlo alle autorità commette un reato».



Quanto al presunto possibile legame con la vicenda Brizzi, Giarrusso taglia corto: «Non voglio parlare di questo argomento». Ma a prescindere dall’ipotesi che possa trattarsi di una vendetta da parte di qualcuno per quei servizi che fecero parlare tutta Italia, sullo sfondo resta il problema dell’uso anonimo del web, spesso usato senza scrupoli per mettere in cattiva luce vip e gente comune.
Martedì 14 Maggio 2019, 17:15 - Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 12:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-05-15 16:02:51
Alcune persone sono inguardabili vestiti... figuriamoci nudi

QUICKMAP