«Caro Salvini, i miei bambini sono di colore: li insultano sul bus e temono che li manderete in Africa»

4
  • 242
Una lettera nata per raccontare le conseguenze del pregiudizio (e in alcuni casi del razzismo) nei confronti di due bambini di colore, italiani e vittime di quelli che Gabriella indica ironicamente come "gentili simpatizzanti" di Matteo Salvini. «Caro Salvini, sono una mamma adottiva di due splendidi bambini africani. Volevo ringraziarla perché sta regalando ai miei figli dei momenti di terrore davvero fuori dal comune». Inizia così la lettera aperta di Gabriella Nobile indirizzata al leader leghista le cui affermazioni contro i migranti, secondo la donna, stanno creando non pochi problemi ai due figli di 7 e 12 anni. 
 

«Mia figlia di 7 anni - scrive la mamma, la cui lettera aperta pubblicata su Facebook ha ottenuto in 24 ore oltre 28mila like e circa 16mila condivisioni - prima di andare a letto mi chiede: "ma se vince quello che parla male di noi mi rimandano in Africa?". E piange disperata. Mio figlio invece - rincara la dose -, prende l'autobus per andare agli allenamenti di calcio quasi tutti i giorni e da circa un paio di mesi mi racconta di insulti che è costretto a subire da suoi gentili simpatizzanti».

E gli insulti sarebbero pesantissimi. Scrive ancora mamma Gabriella: «Dire ad un bambino di 12 anni, che oltretutto veste una divisa sportiva: sporco n...., n..... di mer..., torna a casa tua, venite qui rubare e ammazzare le nostre donne.......credo che sia la palese dimostrazione di come questo paese, grazie a persone come lei, stia lentamente scivolando nel baratro».

Poi l'attacco: «Nei suoi ipocriti slogan "prima gli italiani" c'è tutta l'ignoranza di colui che non ha ancora capito che l'italiano è colui che ama l'Italia non che ci è nato! Come io sono mamma perché amo i miei figli e non perché li ho partoriti. Faccia la guerra - continua - a coloro che ci hanno ridotto al collasso. Benpensanti italici che hanno impoverito di cultura e di valori questo bellissimo paese facendo guerre contro i poveri, gli immigrati, i gay, i rifugiati..... tutto per una sola bieca motivazione. Distogliere l'attenzione dalle malefatte (e non uso termini peggiori perché sono una Signora) che imperterriti continuate a perpetuare a chi in questo paese ci crede davvero», conclude. Dal leader leghista, almeno finora, nessuna risposta.
Lunedì 26 Febbraio 2018, 15:14 - Ultimo aggiornamento: 26-02-2018 18:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-02-27 12:18:34
Visto le bufale che girano in continuazione, non so se questa risponde al vero. Ma io mi soffermerei sul personaggio che provoca questi fatti. Ultima trovata ha preso a cuore i disabili e la vocazione religiosa facendo sfoggio di un rosario ed un vangelo in mano. La prossima mossa sarà l'attraversamento del Po da una sponda all'altra con il ritiro delle acque.
2018-02-27 18:28:55
Come sono fragili i dislike, subito si arrabbiano.
2018-02-27 09:35:45
Cara mamma adottiva, sono anche io una mamma adottiva e Le sono vicina.La splendida avventura nostra, oltre che dei nostri figli, incontra ed incontrera' moltissime difficoltà ma TUTTI non solo i nostri bambini e poi ragazzi e poi adulti ne usciranno rafforzati è molto più potenti. L'adozione, e mi rammarica molto dirlo, non è' cosa da tutti e questo è' semplicemente un altro dei molti momenti difficili che si affrontano.Tuttavia, non posso fare a meno di sottolineare che quanto Lei scrive e' piuttosto strumentale e certamente non è' Salvini in quanto tale responsabile di quanto dolorosamente accade ai suoi bambini, come e' accaduto al mio. Esiste un problema vero e severo di immigrazione incontrollata, che si ritorcerà' contro tutti i nostri figli, indipendentemente dal colore della loro amatissima pelle. Ne prenda coscienza, onestamente, Farà una cosa saggia prima di tutto per i suoi ragazzi...
2018-02-26 18:22:43
dimenticavo il partito di costui è uno dei responsabili del collasso del paese!!! ricordo solo i gioielli trafugati in tanzania (guarda caso in africa)!!!!!!

QUICKMAP