«Autismo e Covid, i bimbi fragili
in condizioni ancora più difficili»

«Autismo e Covid, i bimbi fragili in condizioni ancora più difficili»
Giovedì 31 Marzo 2022, 14:21 - Ultimo agg. 14:42
2 Minuti di Lettura

Sono 500.000, in Italia, le famiglie in cui è presente una persona con disturbi dello spettro autistico e, in questi ultimi due anni, «l'isolamento legato alla pandemia da  Covid-19 ha aggravato le loro condizioni e complicato ulteriormente la vita». A sottolinearlo è la Fondazione italiana Autismo (Fia), in vista della Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo che si celebra il 2 aprile e che vedrà, a partire dal tramonto, i più importanti monumenti, in Italia e nel mondo, illuminarsi di blu.

In Italia un un bambino su 77, nella fascia tra i 7 e i 9 anni, presenta un disturbo dello spettro autistico. L'autismo riguarda i maschi con un rapporto di 4,4 a 1 e in genere si manifesta tra i 14 e i 28 mesi di età, risulta quindi cruciale diagnosticarlo in modo precoce, in modo da avviare immediatamente interventi personalizzati efficaci, basati soprattutto su terapie cognitivo comportamentali. La Rai dedicherà un ampio spazio a questa tematica su tutte le reti con una programmazione televisiva dedicata. Torna anche quest'anno la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi #sfidAutismo22 di Fondazione Italiana per l'Autismo (Fia), impegnata nel finanziamento di progetti di ricerca al fine di individuare sempre più precocemente i disturbi del neurosviluppo e promuovere un intervento clinico basato sull'evidenza scientifica. Fino al 10 aprile, attraverso un sms solidale al 45592, sarà possibile sfidare l'autismo donando 2 euro tramite sms da cellulare; la donazione sarà invece di 5 o 10 euro per chiamate da rete fissa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA