Sanità, il ministro Grillo nella bufera tra scienziati schedati e spoils system al ribasso

ARTICOLI CORRELATI
di Mario Ajello

8
  • 8
Lo spoils system si può fare, basta farlo bene. Nella sanità lo usò Rosy Bindi, solo per fare un esempio. E rientra, non sempre e non per tutto, nella facoltà di chi arriva al potere sostituire in certe mansioni di responsabilità chi c'era prima. Il problema è che grandi luminari della scienza e della sanità d'impronta M5S non ce ne sono (anche se la ministra Grillo dice che il colore politico non conta: «Noi premiano la meritocrazia») e in più schedare gli scienziati sulla base delle loro preferenze partitiche non è politicamente corretto. E infatti s'è scatenata la bufera sul presunto «dossieraggio», così lo chiama il Pd che vuole la testa della Grillo (lei: «Ho solo chiesto qualche informazione sugli ex membri del Consiglio) ma forse anche le indagini sui professori, se proprio vanno fatte, andrebbero fatte bene. E invece quelle del papello Grillo - uscito per mano di qualchen parlamentare pentastellato scontento per non avere avuto dalla ministra la carica o gli incarichi cui aspirava? - contengono svariate inesattezze politico-biografiche su tre docenti famosi: l'ex vicepresidente del CCS, Elio Cardinale, di cui si fa notare che è sposato con la magistrata Anna Maria Palma (che lavorava con Schifani da presidente del Senato e non da ministro); il prof. Francesco Bove, che mai ha collaborato con il quotidiano indicato nella schedatura; e Antonio Colombo, luminare di cardiologia che non è vero che ha operato Berlusconi nel 2006 per la sostituzione della valvola aortica.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 8 Gennaio 2019, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 08-01-2019 10:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-01-08 16:25:30
Bisogna occupare tutto;.coloro che predicavano bene stanno razzolando male anzi malissimo preche' incompetenza e pressapochismo la fanno da padrone!
2019-01-08 12:04:38
Articolo ridicolo e fazioso, si lamentano poi chi? i militanti del pd che a ministro della sanità che ha come titolo di studio il diploma di maturità classica? Adesso che abbiamo che alla sanità un ministro laureata in Medicina e chirurgia nel 1999 presso l'Università di Catania, specializzata in Medicina legale e delle assicurazioni nel 2003, che ha Perfezionato gli studi con un corso su programmazione servizi sanitari all’Università Cattolica di Roma? si lamentano? ma di cosa? che ha mandato a casa chi di medicina non ne capiva nulla e non erano in grado di gestire il ministero della salute?
2019-01-08 18:03:16
Forse a lei sfugge che non vengono messe in dubbio le capacità professionali della dottoressa Grillo, né si discute la facoltà della Ministra di poter mandare a casa chi vuole. La Ministra ha acquisito informazioni inerenti all'orientamento politico dei componenti la commissione che aveva già liquidato, non rispettando una legge dello Stato che tutela i dati sensibili e andando contro il principio costituzionale di non discriminazione
2019-01-08 08:11:40
Negli USA quando un presidente viene eletto sostituisce tutti i funzionari governativi con altri di sua nomina. Sembrerebbe una forzatura politica ma lì lo fanno perchè chi è al comando lo deve essere al 100% e non potrà mai dire che è stato boicottato da uno di altro partito
2019-01-08 11:59:02
SI, giusto, ma qui siamo in itaglia!

QUICKMAP