Utero in affitto, polemica sui manifesti choc di Pro Vita. Appello al sindaco: «Rimuoverli»

«Inizia con un'immagine choc la campagna nazionale di Pro Vita e Generazione Famiglia (associazioni promotrici del Family Day) 'per il diritto dei bambini a una mamma e un papa». Nei manifesti, affissi a Roma, Milano e Torino e accompagnati da camion vela, appaiono due giovani ragazzi raffigurati mentre spingono un carrello con dentro un bambino disperato, comprato dalla coppia, individuati come 'genitore 1' e 'genitore 2', e a fianco la scritta: 'Due uomini non fanno una madre. #StopUteroinAffitto». Così in una nota delle associazioni Pro Vita e Generazione Famiglia. «La campagna - spiegano - è una risposta decisa a tutti quei giudici e sindaci (in particolare Virginia Raggi a Roma, Chiara Appendino a Torino, Beppe Sala a Milano e Luigi De Magistris a Napoli) che, violando la legge e il supremo interesse del bambino, hanno disposto la trascrizione o l'iscrizione di atti di nascita di bambini come figli di 'due madrì o 'di due padrì. A novembre toccherà alla Cassazione pronunciarsi proprio su una trascrizione avvenuta a Trento in favore di una coppia di uomini che aveva fatto ricorso all' utero in affitto in Canada«. »La nostra iniziativa - dichiara Toni Brandi, presidente di Pro Vita - intende sottolineare ciò che non si dice e non si fa vedere dell' utero in affitto, perchè noi siamo dalla parte dei più deboli, i bambini, ma anche per la salute delle donne, trattate come schiave e ignare dei rischi per la salute a cui si espongono«. «L'utero in affitto è vietato in Italia e i bambini non si comprano - afferma l'altro promotore del Family Day, Jacopo Coghe di Generazione Famiglia - perchè sono soggetti di diritto e non oggetti. Con l' utero in affitto la dignità delle donne viene calpestata per accontentare l'egoismo dei ricchi committenti. Dall'immagine si vede bene cosa manca a questo bambino: la mamma». «Ricordiamo - conclude la nota - che Generazione Famiglia ha già presentato a giugno scorso esposti alle Procure della Repubblica presso i Tribunali di Milano, Torino, Firenze, Bologna, Pesaro contro le iscrizioni anagrafiche di bambini come figli di 'due madrì e 'due padrì compiute e politicamente rivendicate dai relativi sindaci».

«Raggi disponga rimozione manifesti Pro-vita e prenda distanze da gruppo omofobo. I provocatori e offensivi manifesti dell'associazione Pro-vita violano il codice etico di Roma capitale e lanciano un messaggio chiaramente di stampo omofobo. Ancora una volta a Roma sono stati affissi manifesti che ledono i diritti delle persone e prendono di mira le famiglie arcobaleno. La sindaca Raggi ne disponga la rimozione e prenda le distanze da chi promuove messaggi equivoci e oscurantisti». Così in una nota il capogruppo del Pd capitolino, Anton Giulio Pelonzi.
Martedì 16 Ottobre 2018, 18:30 - Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre, 10:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-10-17 13:48:22
Sconto del 70% sulle bambole da Toys, potrebbero approfittare di questo per togliersi lo "sfizio" senza arrecare danni a poveri bambini ignari di dove sono capitati. Progresso non significa arretratezza celebrale (tra poco faranno un app dove si scelgono i connotati e si potranno ordinare come una pizza).
2018-10-17 10:38:17
nella mia opinione l utero in affitto potrebbe giovare coppie uomo e donna l adozione di un bambino in Italia ha molte barriere , ma se uno dei partener non e' sterile perche' non farlo? io personalmente non sono daccordo che un bambino cresca con genitore 1 o 2 ma con una coppia con un padre ed una madre si allora ben venga la legge che se mio marito vuole avere figli con un utero in affitto perche' impedire cio'? Utero in affitto e donatore di sperma e' la stessa cosa per me quindi perche' tanti scrupoli? ci sono madri che vogliono fare le surrogate per amore del prossimo.. pero' c'e' un altro fatto se il destino non ti da ligli come e' successo a me non mi sono disperata ho accettato il mio destino con serenita' , la scelta e' personale io credo che ogniuno dovrebbe essere libero delle proprie scelte purche' siano adeguate alla forma uomo e donna , tra altro ci sono donatori di sangue c'e' chi lo fa gratis e chi riceve soldi alla fine e' tutto un bene per la societa' non credi? io piuttosto sono contraria a genitori di eta' anziana che vogliono avere figli a tutti I costi non e' giusto avrei voluto avere una mamma giovane ma lei mi ha avuto a 40 anni ed ero la numero sei ne ho sofferto di questo a scuola le altre mie amiche avevano una mamma giovane io dissi a loro che lei era mia nonna e dissi a mia madre che potevo venire a casa da sola non avevo bisogno che lei mi venisse a prendere a scuola ,sai per non dare occhio la mia mamma era la piu anziana di tutte le mamme che vedevo a scuola mia madre era bella ma avrei voluto conoscerla in giovane eta' sarebbe stato bellissimo , adesso guardo le sue foto di quando lei era giovane ma io non sono nella foto avrei voluto esserci con lei , lei era bellissima ma una bambina di dieci anni come puo' giocare con una mamma di 50 che ha gia' troppi grattacapi con altri figli e vicino alla menopuasa ? il destino ha voluto che io non avessi figli e cosi sono sempre io quella figlia rimasta bambina con una mamma che oramai non c'e' piu' ....
2018-10-17 09:19:56
Capperi, ma allora il medioevo non è mai finito!!!!!
2018-10-16 22:03:05
Manifesto che fotografa bene la tristezza di certe deviazioni che la nostra societa' sta prendendo

QUICKMAP