Totti: «Ilenia non mollare» e lei si sveglia dal coma: giocava nella Lazio ma il suo idolo è il Capitano

Venerdì 25 Settembre 2020 di Gianluca Lengua e Camilla Mozzetti

Il battito del suo cuore ha accelerato in un istante e quella voce, arrivata alla fine di un lungo percorso di stimolazione sensoriale, l'ha riportata nel mondo dal quale si era allontanata mesi fa, dopo un terribile incidente automobilistico. «Ilenia non mollare, ce la farai, siamo tutti con te». Stavolta a fare il tifo per lei c'era il suo campione, Francesco Totti, quello per il quale non ha mai perso una partita allo stadio, quello che le ha trasmesso anche la passione per il calcio, l'uomo e il capitano che riempiva il suo cuore e che le ha permesso di risvegliarsi dal coma.

Strage Bataclan, colpita sei volte dai terroristi si risveglia dal coma: il miracolo di Laura

È una storia di commozione e di speranza ma anche di progresso nel campo della Medicina, quella di Ilenia Matilli, 20 anni appena, ma dallo scorso dicembre in coma per un terribile incidente avvenuto alla vigilia del Natale sulla Braccianese, una strada statale in provincia di Roma, nel quale la sua migliore amica perse purtroppo la vita. Da allora Ilenia si era chiusa nel suo mondo, le sue condizioni erano critiche se non disperate, eppure la giovane - che oltre ad essere una tifosa della Roma e di Totti giocava da tempo nella femminile della Lazio - oggi è sveglia e, pur non riuscendo ancora a parlare, ha sostenuto on-line con l'uso di un tablet perfino l'esame di Maturità. A permettere che ciò accadesse anche quel video messaggio del capitano registrato appositamente per lei che la famiglia insieme all'equipe medica del policlinico Agostino Gemelli, dove la giovane è tuttora ricoverata, le ha fatto ascoltare tante e tante volte fino a che il monitor dell'elettrocardiogramma ha registrato un impulso nuovo.
Ilenia ascolta e Ilenia a poco a poco si sveglia anche grazie a Francesco Totti. Il suo è stato un percorso tortuoso ma arrivato poi a un lieto fine anche grazie alla particolare cura che le è stata riservata. Dopo l'incidente Ilenia è stata trasferita nel reparto di Neuroriabilitazione ad alta intensità del Gemelli, diretto dal professor Luca Padua, primario e docente di Neuroriabilitazione all'università Cattolica e sottoposta a una terapia innovativa che non prevede il solo uso di farmaci, in quella che viene chiamata la stanza immersiva multisensoriale. «Le emozioni sono le migliori connessioni - spiega il professor Padua - a Ilenia, che è diventata la nostra mascotte, abbiamo attuato un protocollo preciso che prevede la sinergia tra terapia farmacologica e paradigmi sensoriali, ampliando per un milione di volte gli stimoli verso un paziente». La giovane è stata letteralmente bombardata di sensazioni visive, uditive, olfattive in ogni fase del suo ricovero perché quello che andava risvegliato - prima ancora del corpo - era la sua capacità di rispondere alle emozione che un determinato input poteva sollecitarle.

Viterbo, l'incidente di Bagnoregio: Elisa si è risvegliata dal coma dopo un mese

Grazie anche alla collaborazione di una psicologa e alla famiglia è stato delineato il quadro di passioni-emozioni della ragazza e «Tramite un preciso stimolo personalizzato - conclude il primario - è stata poi sollecitata attraverso varie forme». In una stanza che di volta in volta si trasformava, riempiendosi di suoni, di musica, di immagini e non solo su una parete.

«FRANCESCO TI ASPETTIAMO»
Durante il lockdown, ad esempio, quando Ilenia non era ancora vigile e mamma Cinzia e papà Stefano non potevano andare a trovarla, i medici le trasmettevano i video della sua famiglia fino a che questa, con l'aiuto dell'Associazione Argos forze di polizia, non ha coinvolto anche Francesco Totti. L'ex capitano della Roma si è subito reso disponibile a girare un video per lei, contribuendo al risveglio dal coma. Ora la giovane vorrebbe tanto incontrarlo: «La tua fantastica voce, unita alla passione, all'amore che Ilenia ha sempre avuto per la Roma, hanno favorito il suo risveglio, il ritorno del suo sorriso così contagioso», hanno dichiarato i genitori della calciatrice, lanciando un messaggio a Totti: «Caro Francesco, ti aspettiamo con ansia, Ilenia ti sta aspettando». Per il momento non è arrivata la risposta ufficiale di Totti, ma non è escluso che nelle prossime settimane la vada a trovare in ospedale per aiutarla nel suo percorso di recupero.
 

 

 

Ultimo aggiornamento: 14:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA