Documenti falsi per organizzare
festa religiosa, imprenditore nei guai

Lunedì 29 Giugno 2020 di Nicola Sorrentino
Le carte per richiedere l'autorizzazione a celebrare una festa religiosa sono false. E viene denunciato alla Procura della Repubblica. E' accaduto a Siano. A scoprire che qualcosa non andava in un plico di carte e richieste di autorizzazione sono stati i vigili urbani, guidati dal comandante Salvatore Dionisio. Un imprenditore di 40 anni, di Nocera Superiore, aveva presentato una pratica al comando dei caschi bianchi per organizzare una festa religiosa sul territorio comunale. Ma le prime verifiche e controlli avevano fatto sorgere più di un dubbio. Nello specifico, una polizza assicurativa che risultava essere falsa, perchè intestata a persone del tutto ignare di averla sottoscritta. A quel punto, l'autorizzazione per l'imprenditore legata all'evento è stata revocata, mentre l'uomo è stato identificato in un'apposita informativa ora al vaglio della Procura di Nocera Inferiore. Per dimostrare la sua estraneità ai fatti, l'uomo dovrà ora dimostrare che quella documentazione invece fosse in regola e non creata occasionalmente, con dati e generalità falsi, per ottenere l'autorizzazione a svolgere l'evento.  © RIPRODUZIONE RISERVATA