Fallisce rapina ad un operaio,
processo lampo per un giovane

di Nicola Sorrentino

ANGRI. Processo lampo per il giovane 28enne di Nocera Inferiore, O.T. , arrestato qualche settimana fa, e finito ai domiciliari, con le accuse di tentata rapina, lesioni e possesso di arma bianca. Il giovane è stato destinatario di una richiesta di giudizio immediato, da parte della Procura di Nocera Inferiore. Poche settimane fa, tentò di rapinare un operaio di una ditta conserviera ad Angri, in via Nazionale, il 25 agosto scorso. La vittima fu intimidita e minacciata, affinchè consegnasse il denaro che aveva con se, poi aggredita e colpita alle gambe. Ma la pronta reazione dell'operaio fu tale che il ragazzo prima rinunciò alla rapina, poi fu bloccato dai carabinieri di Nocera Inferiore, intervenuti tempestivamente. La vittima rimediò lesioni personali, a seguito della colluttazione, come escoriazioni e traumi contusivi alla gamba sinistra, giudicate guaribili in cinque giorni, come refertato dall'ospedale di Nocera Inferiore. Il ragazzo dovrà rispondere anche del possesso di un coltello a serramanico, con lama da 17 centimetri, utilizzato per la tentata rapina. Il giovane, agli atti incensurato, agì con il volto coperto da una bandana, aspettando di avere la vittima sotto tiro. Ora la valutazione del gip di tutti gli elementi raccolti dalla procura, ritenuti validi e gravemente indiziari per mandare subito il giovane sotto giudizio.
Lunedì 9 Settembre 2019, 14:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP