Guglielmo Belmonte scomparso
il giallo della Toyota arancione

Martedì 7 Settembre 2021 di Monica Trotta
Guglielmo Belmonte scomparso il giallo della Toyota arancione

Il suo nome compare da ieri sul sito di Chi l'ha visto?. Si tentano tutte le strade per cercare di ritrovare Guglielmo Belmonte, 24 anni, che si è allontanato dalla sua abitazione di piazza san Francesco alle 18 di venerdì e da allora non ha dato più notizie di sé. Al momento di uscire di casa indossava una maglietta verde, bermuda neri e scarpe da ginnastica bianche e nere. Aveva gli occhiali, ma non si è portato dietro documenti, cellulare e portafogli. Non ha preso da casa neanche dei vestiti con cui potersi cambiare. Il sito di Chi l'ha visto? si sofferma anche sulle sue caratteristiche fisiche, è alto 1,82 cm, ha capelli castani e occhi verdi, elementi questi che possono aiutare a riconoscerlo nel caso in cui qualcuno dovesse incrociarlo. Oggi pomeriggio gli inviati della trasmissione di Rai tre saranno a casa di Guglielmo per registrare il racconto dei genitori che poi sarà trasmesso nel corso della puntata di domani. Il giovane salernitano studia gestione d'impresa a Roma alla Luiss e in questo periodo è a Salerno per le vacanze estive con la sua famiglia, la madre Rita Francese, il padre Sandro, il fratello maggiore Oreste.

Proprio da Salerno è partita una mobilitazione iniziata sui social non appena la madre ha scritto il primo post ma trasformatasi in aiuto concreto, con gli amici e i conoscenti che a gruppi si sono messi a setacciare la città e a distribuire i volantini con tutte le informazioni e la foto di Guglielmo. «Aiutateci a trovarlo» è l'appello disperato della famiglia che non si dà pace per quel ragazzo allontanatosi da casa senza un perché e che sembra essere scomparso nel nulla. È uscito all'improvviso, senza salutare nessuno e, cosa che allarma molto i familiari, senza portare i suoi effetti personali. L'ultimo ad averlo visto è un amico che ha raccontato (e la sua testimonianza è stata ritenuta attendibile), di aver incrociato il giovane venerdì alle 19,40 all'altezza dell'edicola di piazza san Francesco; di averlo salutato e di averlo visto entrare in una Toyota Yaris arancione con il tetto nero del cui passaggio sarebbe stato trovato un riscontro in alcune telecamere della zona. Poi più nulla, il buio fitto, le lunghe ore di attesa nella speranza di una telefonata, i contatti con gli amici più stretti per cercare di sapere qualcosa in più di quel maledetto venerdì, fino alla decisione di rivolgersi alle forze dell'ordine per denunciare la scomparsa. È stata la madre domenica pomeriggio con un post su Facebook a rendere pubblica la notizia, chiedendo aiuto, scrivendo senza riserve quello che le era accaduto, proprio lei che non ha esitato negli anni scorsi a mettersi a nudo e a raccontare in diversi libri di cui è autrice ed interviste il suo essere madre di un figlio autistico, il primogenito Oreste, di 28 anni. Da quel momento un tam tam sui social, tanti messaggi accorati di sostegno alla famiglia di Guglielmo, con l'invito a non mollare, ad essere forte, a non smettere mai di sperare.

Ultimo aggiornamento: 19:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA