Litigano nel bar, gli frattura tre dita
della mano: condanna da 4.500 euro

Domenica 21 Febbraio 2021 di Nicola Sorrentino
Litigano nel bar, gli frattura tre dita della mano: condanna da 4.500 euro

Gli schiacciò le dita nella mano destra, chiudendo la porta d'ingresso di un bar a seguito di un litigio. Viene condannato per decreto penale ad una sanzione di 4500 euro. Questo quanto deciso dalla Procura di Nocera Inferiore nei confronti di un 47enne di Cava de' Tirreni, che nel mese di luglio scorso, provocò ad un uomo ferite guaribili in almeno trenta giorni di prognosi, in ragione di un «trauma da schiacciamento alla mano destra con frattura pluriframmentaria e scomposta dell'1/3 medio delle falangi intermedie del III e IV raggio con sospetta lesioni tendinea». Questo quanto contenuto nel referto medico dell'ospedale, finito poi oggetto di una denuncia all'autorità giudiziaria da parte della vittima. Nella denuncia sporta da quest'ultima, ai carabinieri fu riferito che l'uomo - quando entrò nel bar - fu rimproverato e aggredito verbalmente dal proprietario, che gli aveva intimidato di andare via altrimenti si sarebbe rivolto ai carabinieri. La discussione degenerò fino a quando l'uomo, affrontando l'altra persona, chiuse la porta del bar, schiacciando le dita della vittima all'interno della stessa. Probabilmente tra i due vi erano motivi di astio, non specificati però dalla persona che rimase ferita agli inquirenti. Il quale raccontò che non seppe spiegarsi le ragioni di quel comportamento da parte del commerciante. 

L'imputato, dopo il decreto penale di condanna, avrà possibilità di presentare opposizione al Gip e scegliere di difendersi in un processo, per far valere le sue ragioni. Al momento, la condanna per lui è rappresentata dal saldo di 4500 euro, da versare allo Stato come sanzione pecuniaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA