Maltempo, a Sarno torna la paura: fango e detriti, scatta l'evacuazione nel centro storico

Domenica 27 Settembre 2020 di Rossella Liguori

Sarno: fango e detriti scivolano a valle dalle aree del Saretto e del Saro, tutte le zone devastate dagli incendi di queste settimane.  Vicolo San Sebastiano e Corso Umberto I sono invasi dalla melma. È stata attivata la macchina dei soccorsi per evacuare alcune zone cittadine, in particolar modo via Bracigliano, via Nunziante, l'area della chiesa San Sebastiano e il Corso Umberto I. Pale meccaniche per liberare le strade e le abitazioni al piano terra. Circa 100 persone già sgomberate in via Bracigliano dopo gli smottamenti. Aperta la scuola Baccelli per l’accoglienza delle famiglie che hanno dovuto lasciare casa per sicurezza. Il sindaco Giuseppe Canfora annuncerà anche la chiusura delle scuole. 

Tutto l'Agro nocerino-sarnese è, comunque, sott'acqua. A Baronissi, il sindaco Gianfranco Valiante «a causa dell'allerta meteo che ha già procurato notevoli danni in città con la caduta di numerose alberature, ha disposto la chiusura per domani 28 settembre di tutte le scuole di ogni ordine e grado della Città. Raccomandiamo a tutti i cittadini di non uscire di casa se non strettamente necessario». Scuole chiuse anche a Nocera Inferiore. 

Alberi pericolanti a Capaccio, Bellizzi, Fisciano. Questi ultimi due comuni sono interessati anche da allagamenti. A Salerno città, tanti gli interventi dei vigili del fuoco ma di minore gravità. Una trentina gli episodi, riguardanti soprattutto caduta di intonaci e allagamenti di scantinati. Intanto, il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e degli asili per la giornata di domani lunedì 28 settembre.
 

Video

Ultimo aggiornamento: 28 Settembre, 13:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA