Musica fuori orario ad Angri,
stop al concerto dei 99 Posse

di Roberta Salzano

Disturbo della quiete pubblica, venti minuti dopo la mezzanotte di venerdì scorso, le forze dell'ordine hanno fermato l'esibizione dei 99 Posse, a margine del festival della solidarietà organizzato dall'associazione Braccia Aperte. Centro blindato con barriere new jersey in cemento e controlli potenziati. Una decisione quella dei carabinieri anticipata da un primo richiamo alle 23, che ha generato disappunto tra gli organizzatori e i partecipanti al festival. Sotto accusa l'ordinanza sindacale del 2015, per la tutela della sicurezza e della fruibilità urbana, che vieta il disturbo della quiete pubblica da mezzanotte alle sette. E affida il rispetto del provvedimento a polizia locale, carabinieri e Asl. All'osservanza si sono appellati i residenti di via di Mezzo, alle prese con i gestori dei locali per schiamazzi e rumori molesti fino a notte fonda. L'associazione Braccia Aperte ha chiesto a Ferraioli la deroga del provvedimento per gli orari. Il sindaco ha spiegato: «L'associazione organizzatrice ha fornito richieste e relazioni con date e orari, e l'impegno che le serate musicali si sarebbero concluse entro la mezzanotte dei giorni 8-9-10 giugno». Gli orari della tre giorni sono stati concordati durante la commissione di vigilanza convocata dallo sportello per le attività produttive del Comune.
Domenica 10 Giugno 2018, 09:42 - Ultimo aggiornamento: 10-06-2018 09:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP