Raid al cimitero di Pagani, ladri portano
via oggetti dalle tombe e da armadietti

Lunedì 11 Gennaio 2021 di Nicola Sorrentino

Nuovo raid con furti al cimitero del comune di Pagani. Giorni fa, una nuova denuncia è stata presentata ai carabinieri della tenenza, per due tombe saccheggiate da una banda di ladri. A scoprirlo i dipendenti della struttura comunale, che hanno poi avvisato i parenti dei defunti. La scoperta dei familiari ha lasciato, come già accaduto in passato, l'amaro in bocca, non essendo il primo episodio del genere che si verifica a Pagani.

I danni riguardavano alcuni vasi ornamentali sradicati e portati via. Allo stesso modo, altri segni di vandalismo erano presenti sul resto dei loculi. In passato più volte si erano registrati episodi molto simili, con i furti commessi all'interno della struttura e in proporzioni anche maggiori. Nel dettaglio, furti di fioriere di ottone e rame, probabilmente asportati per essere venduti sul mercato nero e farci qualche soldo. Il nuovo sistema di videosorveglianza, installato di recente, sembra al momento non essere stato di grande aiuto per l'individuazione dei ladri. Ulteriori furti si sarebbero registrati anche a danno di alcuni operai che lavorano all'interno del cimitero, che hanno scoperto i loro armadietti forzati e la sottrazione di oggetti di loro proprietà. Nel mirino dei carabinieri, che hanno raccolto l'ennesima denuncia presentata per furto, le diverse strade di accesso alla struttura comunale, probabilmente utilizzate dai ladri per fare il loro ingresso all'interno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA