Ruba venti bottiglie di vino in autogrill,
​finisce a processo dopo quattro anni

Sabato 1 Agosto 2020 di Nicola Sorrentino
BARONISSI. Finisce a processo per rapina impropria, anche se a distanza di ben quattro anni vista la sua irreperibilità, dopo essersi impossessato di venti bottiglie di vino nell'area di servizio di Baronissi Ovest. L'imputato, 45 anni, O.V. , è stato rinviato a giudizio dal gup con il processo fissato dinanzi al tribunale monocratico di Nocera Inferiore. La decisione è giunta al termine dell'udienza preliminare. Il 23 gennaio del 2016, l'uomo parcheggiò l'auto all'esterno dell'area, per poi entrare all'interno dell'attività commerciale, spacciandosi per un qualsiasi cliente. Senza farsi notare, riuscì - a più riprese - a fare un carico di almeno venti bottiglie di vino dal valore complessivo di circa 3000 euro. Fino a quando però non fu scoperto da un dipendente. Quest'ultimo infatti lo aveva avvisato a voce che all'interno del negozio erano presenti delle telecamere di sorveglianza che lo avrebbero certamente identificato, qualora avesse rubato qualcosa. Il dipendente infatti non aveva fatto in tempo a sollecitare l'intervento delle forze dell'ordine. Il 45enne invece, una volta messo a posto il bottino, tornò verso il dipendente, con aria minacciosa. L'obiettivo era di intimidirlo, per non attirare l'attenzione e creare sospetti su quell'ingente furto che era stato appena commesso. La successiva denuncia presentata poi dai titolari portò all'identificazione del ladro, colto sul fatto ma soprattutto in video, mentre a più riprese sistemava bottiglie di vino sul suo veicolo. A distanza di quasi quattro anni, dovrà essere processato per il reato di rapina impropria. © RIPRODUZIONE RISERVATA