Angri, ruba gioielli e oggetti nella casa
dove lavorava: colf a giudizio

Giovedì 21 Novembre 2019 di Nicola Sorrentino
E' finita a processo con l'accusa di aver rubato gioielli e oggetti preziosi all'interno della casa di una donna dove prestava servizio come colf. Una donna di 45 anni, di Nocera Inferiore, è ora chiamata a rispondere di furto aggravato, in ragione dell'abuso del rapporto di fiducia verso la vittima per la quale lavorava. Secondo le indagini della procura di Nocera Inferiore, partite a seguito di una specifica denuncia, la donna si sarebbe appropriata dei gioielli il 7 gennaio scorso.

La 45enne trafugò 4 collanine di oro giallo, due paia di orecchini di oro giallo, due bracciali d'oro, un anello di oro bianco con diamantino, una collanina in oro con croce pendente e di un braccialetto di perle. Il materiale era custodito all'interno di un cofanetto porta preziosi, tenuto all’interno dell’armadio di una camera da letto. Un luogo dove la donna aveva libero accesso, così come in altre stanze, in virtù della mansione che svolgeva, quella di collaboratrice domestica. I fatti si consumarono in un'abitazione di Angri. Le indagini dei carabinieri condussero, poi, in seguito, all'identificazione della stessa, attesa ora dal processo con l'accusa di furto aggravato. Il dibattimento comincerà il prossimo 7 gennaio 2020, davanti a giudice monocratico del tribunale di Nocera Inferiore.  © RIPRODUZIONE RISERVATA