Sanitaria suicida con il potassio
dopo l'autopsia, salma libera e funerali

Martedì 11 Gennaio 2022 di Carmela Santi
Sanitaria suicida con il potassio dopo l'autopsia, salma libera e funerali

Si terranno questa mattina alle ore 11 nella chiesa di San Martino a Massascusa di Ceraso i funerali di Rossella Labruna, la 38enne trovata priva di vita martedì scorso. Il corpo della giovane fu rinvenuto nella sua auto parcheggiata nel garage sotto casa. Ieri mattina il medico legale Adamo Maiese ha effettuato l’esame autoptico, poi la salma è stata liberata e restituita ai familiari per l’ultimo saluto. Una tragedia per la piccola comunità cilentana.

La donna si è tolta la vita iniettandosi un mix fatale, probabilmente potassio. Rossella lunedì scorso era attesa all’ospedale di Salerno dove avrebbe dovuto iniziare il turno come Oss, ma a lavoro non è mai arrivata. A far scattare l’allarme era stato proprio il personale dell’ospedale salernitano dove la vittima lavorava nel reparto di rianimazione. Quando è stata rinvenuta, martedì, aveva una siringa conficcata in un braccio.

Una scena agghiacciante per i familiari che l’hanno ritrovata. La notizia ha sconvolto l’intera comunità locale. La giovane donna era piena di vita, e non aveva mai dato segni di sofferenza. Moglie, madre e gran lavoratrice, così la descrivono quanti la conoscevano. Sull’episodio hanno indagato i carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania diretti dal capitano Annarita D’Ambrosio. La Procura ha disposto l’esame autoptico. 

Ultimo aggiornamento: 08:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA