Il Sele cambia colore, è marrone:
«Ma è fango, la natura si scusa»

di Margherita Siani

Un fiume Sele di colore marrone ha fatto scattare un immediato allarme questa mattina. Il rischio temuto era di sversamenti illeciti da parte di aziende produttive. Gli ambientalisti dell'associazione Amici del Sele, con Lello Gaudiosi, da sempre sentinella del fiume, hanno effettuato i controlli risalendo il fiume da Contursi Terme fino a Calabritto.

«L'intorbidamento, come si evidenzia dalle immagini, è sicuramente da attribuirsi ai forti temporali avvenuti in montagna (Monti Picentini) - scrive Gaudiosi sui social, rassicurano - Un controllo effettuato fino a Calabritto, dove il fiume riceve il torrente Zagarone evidenzia il possibile effetto di acque torbide montuose. Al di sopra di tale tratto, si evidenziano acque sorgentizie limpide». E poi continua: «La natura si scusa con i tanti turisti che vengono a godere della bellezza del fiume e del suo habitat».

Per gli ambientalisti, in poche ore, se non ci saranno altri temporali, le acque ritorneranno del suo colore verde. Ma per oggi niente bagni nel fiume
Domenica 25 Agosto 2019, 16:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP