Si finge analfabeta per non pagare l'ingiunzione, sarà processata

Sabato 1 Dicembre 2018 di Nicola Sorrentino
SANT'EGIDIO DEL MONTE ALBINO. "Non so scrivere, non posso firmare". E viene denunciata per false dichiarazioni. Lo scopo sarebbe stato quello di non pagare un'ingiunzione di pagamento. E' accaduto a Pagani: la protagonista, ora imputata, è una donna di 61 anni, A.G. , alla quale tempo fa fece visita un messo comunale per una notifica legata ad un pagamento. Quando l'uomo le presentò l'ingiunzione, spiegandole di dover apporre la propria firma per rendere effettiva la consegna, la donna avrebbe risposto in questo modo: "Non sono dottoressa, non sono laureata. Anzi, sono analfabeta. A stento riesco a firmare. Non conosco la ditta D. Market". Il decreto ingiuntivo consisteva in un pagamento di 2409 euro. Di fronte all'atto ufficiale, la 61enne avrebbe provato a non firmare, spiegando di non esserne capace. Il dipendente però non le aveva creduto, facendo rapporto di quella conversazione che costò alla donna una denuncia, passata dalla Procura di Nocera Inferiore, con l'accusa di false dichiarazioni a pubblico ufficiale. Ora dovrà affrontare un processo, dopo l'emissione del decreto che dispone il giudizio da parte del gup, Luigi Levita. Solo dinanzi al tribunale, la donna potrà ora provare la sua eventuale ignoranza, documentando di essere analfabeta, come lei stessa aveva spiegato al messo che le consegnò il decreto ingiuntivo da saldare.  © RIPRODUZIONE RISERVATA