Omicron, aumentano ricoveri (+21,5%) e terapie intensive (+16%) in una settimana

Lo rileva il nuovo monitoraggio della Fondazione Gimbe

Omicron, aumentano ricoveri (+21,5%) e terapie intensive (+16%) in una settimana
Omicron, aumentano ricoveri (+21,5%) e terapie intensive (+16%) in una settimana
Giovedì 14 Luglio 2022, 10:28
3 Minuti di Lettura

Aumentano i ricoveri e le terapie intensive in Italia. Dal 6 al 12 luglio i ricoverati con sintomi Covid nei reparti di area medica sono aumentati del 21,5% (9.724 rispetto ai 8.003 della settimana precedente), mentre quelli nelle terapie intensive sono cresciuti del 16,1% (375 rispetto a 323).

Centaurus, la variante «più contagiosa» di Omicron. Vaccini aggiornati «potrebbero non essere efficaci»

Lo rileva il nuovo monitoraggio della Fondazione Gimbe. L'aumento è inferiore rispetto a quello dei 7 giorni precedenti (33% per ricoveri ordinari e 36% per intensive) ma, sommato a quello delle settimane scorse fa sì che nell'ultimo mese i ricoveri in intensiva risultino raddoppiati passando da 183 il 12 giugno a 375 il 12 luglio, mentre in area medica sono più che raddoppiati, da 4.076 a 9.724.

I dati del monitoraggio Gimbe

Secondo il monitoraggio della Fondazione Gimbe, nella settimana considerata, tutte le Regioni registrano un incremento percentuale dei nuovi casi: dal 5,1% del Lazio al 51,1% della Valle D'Aosta; fa eccezione la Lombardia che segna un -6,2%. Rispetto alla settimana precedente, in 8 Province si rileva una diminuzione delle infezioni (dal -21% di Lecco al -0,3% di Roma), mentre le rimanenti 99 province registrano un aumento percentuale (dal +0,1% di Firenze al +101,1% di Sondrio). L'incidenza supera i 500 casi per 100.000 abitanti in tutte le Province, di cui 62 registrano 1.000 casi per 100.000 abitanti. Di pari passo con il diffondersi dei contagi, si registra anche un aumento del numero dei tamponi effettuati, sia antigenici che molecolari: sono passati, infatti, da 2.152.065 della settimana 29 giugno -5 luglio a 2.517.540 della settimana 6-12 luglio, pari al +17%. Ma, come per quanto riguarda i contagi, anche questo aumento è inferiore rispetto a quello registrato una settimana fa (+33%). Riguardo, infine, alle reinfezioni, Gimbe ricorda che secondo l'ultimo report dell'Istituto Superiore di Sanità, nel periodo 24 agosto 2021-6 luglio 2022 sono state registrate in Italia oltre 659 mila reinfezioni, pari al 4,6% del totale dei casi. Guardando solo la settimana 29 giugno-6 luglio sono state 72.231 e la loro incidenza si è attestata al 10,8%, in aumento rispetto alla settimana precedente (9,6%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA