Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Wine&Thecity: vini, musica e installazioni d'arte a Palazzo San Teodoro

Martedì 24 Maggio 2022
Wine&Thecity: vini, musica e installazioni d'arte a Palazzo San Teodoro

Arte, performance di danza, musica e grandi vini aprono la 14esima edizione di Wine&Thecity a Napoli. Martedì 31 maggio, dalle 19, lo storico Palazzo San Teodoro, residenza nobiliare di inizio Ottocento alla Riviera di Chiaia, accoglierà l’evento inaugurale di Wine&Thecity 2022. Una serata all’insegna dell’ebbrezza creativa e della contaminazione di linguaggi artistici.

Si inizia dalla facciata del palazzo dove la compagnia Funa si esibirà in una azione site-specific sulla balconata neoclassica con costumi realizzati per l’occasione da Dario Biancullo. Si prosegue sullo scalone monumentale dove l’artista Franz Cerami firma la video installazione Lumina: un murales digitale di grandi dimensioni realizzato con una tecnica mista a metà strada tra pittura classica, pittura digitale e videomapping. Una installazione magnetica, immersiva, capace di dialogare con lo spazio circostante e catturare l’attenzione dei presenti con le sue forme psichedeliche.

Il piano nobile del palazzo, con la galleria, il salone degli specchi e la sala da ballo, si aprono in un mix di arte, musica pop con Dj Cerchietto alla consolle, gastronomia di eccellenza, grandi vini e cocktail d’autore. Nei calici i vini del Sannio dop che porta a Napoli la migliore produzione del beneventano: bianchi, rossi e bollicine prodotti da uve di grande spessore, espressione della migliore viticoltura campana. 

 

Al cocktail bar del palazzo i mixologist del Flanagan’s propongono grandi classici e nuove miscelazioni a base di vino. Nel piatto i finger food caldi di palazzo San Teodoro, i formaggi irpini di Carmasciando, pregiate selezioni di erborinati, affinati e freschi, i prodotti artigianali da forno dell’antico panificio Antonio Rescigno, grissini stirati a mano e pani lavorati con farine selezionate e lievito madre. I dessert della serata sono affidati ai pasticcieri di Pepe Mastro Dolciere che presenta piccoli dolci della tradizione e una degustazione dei celebri Panettoni estivi, vera eccellenza della casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA