Addio a «bagarini» e furbetti: arriva
il biglietto che riconosce i volti

ARTICOLI CORRELATI
di Francesca Cicatelli

Parte da Napoli con due ingegneri, Nicola Fedele e Davide Borrillo, la rivoluzione tech, prima con il passaporto elettronico, strumento imprescindibile per viaggiare e ora con il biglietto che riconosce i volti, il Bluecode, ponendo fine al secondary ticketing meglio noto come bagarinaggio. In crisi anche i furbetti del cartellino che attraverso questo sistema di verifica facciale dell'identità non potranno più delegare alcuna mansione. Il brevetto Bluecode manda in soffitta il qrcode con cui finora sono stati etichettati i prodotti per garantirne la tracciabilità. Nel video de Il Mattino tutti i segreti del nuovo sistema di riconoscimento della startup Bluenet incubata in Campania NewSteel a Città della Scienza.
Mercoledì 3 Maggio 2017, 17:30 - Ultimo aggiornamento: 03-05-2017 17:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP