L'arbitro donna sviene in campo: Simone, 19 anni, le salva la vita

Venerdì 29 Ottobre 2021 di Romolo Buffoni
L'arbitro donna sviene in campo: Simone, 19 anni, le salva la vita

In certe situazioni drammatiche, quando tutti perdono la testa, per fare la differenza ci vuole calma, sangue freddo e conoscenza della situazione. Lo abbiamo visto in diretta l'estate scorsa, nel bel mezzo di una partita degli Europei di calcio, quando il danese Christian Eriksen crollò a terra vittima di un arresto cardiaco. In campo e sulle tribune si scatenò il panico: mani nei capelli e lacrime da parte di tutti. Di quasi tutti. Perché Simon Kjaer, difensore e capitano della Danimarca, mantenne la calma e fece quello che sapeva di dover fare ovvero girare il suo sfortunato compagno di squadra, estrargli la lingua per evitare il soffocamento e iniziare la manovra di massaggio cardiaco per poi lasciare spazio ai soccorritori, armati di defibrillatore. Attimi che alla fine furono decisivi per sottrarre alla morte il numero 10 della Danimarca.

 

Malore in campo, giocatore di basket muore all'ospedale a 32 anni

 

Kjaer eroe dell'Europeo, dunque. E in un campetto di provincia c'è stato un ragazzo che ha colto al volo quell'esempio positivo del grande campione, aiutando una persona in difficoltà fino probabilmente a salvarle la vita. E' accaduto in Piemonte domenica scorsa durante la partita del campionato regionale Juniores Villarbasse-Lesna Gold dove l'arbitro Angela Benfante, 21 anni della sezione di Collegno, nei minuti finali del match viene colpita da una violenta pallonata alla nuca che la fa crollare a terra priva di sensi. Come in Danimarca-Finlandia, sugli spalti e in campo si diffonde subito il panico. A mantenere la calma anche qui è un capitano di nome Simone. E' quello del Lesna Gold, D'Avolio, 19 anni, che raggiunge la direttrice di gara e le presta aiuto, consentendo poi ai sanitari di medicarla e metterla in sicurezza. «Sapevo cosa fare - ha raccontato Simone - avendo frequentato un corso di pronto soccorso. Se mi sento un eroe? Sono fiero di me, ma l'importante è che l'arbitro ora stia bene».

 

Dylan Rich, morto il calciatore 17enne colpito da collasso in campo: dramma in Inghilterra

 

Il gesto è stato segnalato al Comitato Nazionale Sammarinese Fair Play che ha conferito a Simone D'Avolio la «Menzione D’Onore Fair Play, per il corretto e tempestivo intervento in campo, interpretando uno dei principi del Decagolo internazionale della Carta del Fair del Fair Play, presentata nel 1975 da C.I.F.P. che al punto 9 recita così: “Portare aiuto a ogni atleta e sport la cui vita sia in pericolo”».

Ultimo aggiornamento: 16:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA