Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L'ex bambina protagonista della foto simbolo della guerra del Vietnam dal Papa col fotografo che vinse nel 1972 il Pulitzer

Mercoledì 11 Maggio 2022
credit Vatican Media

Città del Vaticano - Questa mattina Papa Francesco ha salutato Kim Phuc, oggi una signora sessantenne ma nel 1972 una bambina terrorizzata dalla guerra e protagonista della famosa foto che la ritrae mentre fugge nuda dal suo villaggio, in Vietnam, durante intensi bombardamenti con ordigni al napalm. All'udienza in Vaticano, ha informato il sito para vaticano Il Sismografo, era presente anche il fotografo autore dello scatto, Nick Ut.

Milano, l'incontro tra la "Napalm Girl" e il fotoreporter 50 anni dopo lo scatto: «Quella foto mi salvò»

Quella foto fece il giro del mondo e per la potenza dell'immagine riuscì a impressionare l'opinione pubblica internazionale. In quello scatto c'era tutta la violenza, l'enormità della guerra, la fragilità di una bambina.  Kim Phuc divenne la «Napalm girl» e il fotoreporter Nick Ut vinse il Pulitzer. In questi giorni sono in Italia perchè dovranno inaugurare venerdì a Milano  la mostra «From Hell to Hollywood».

 La foto del Pulitzer fu scattata di mattina, l’8 giugno del 1972. Il villaggio di Trang Bang,  occupato dai Nord vietnamit doveva essere bombardato dagli americani, che sostenevano il Vietnam del Sud. I bambini stavano giocando quando sono arrivati i soldati ad avvertire che a breve avrebbero bombardato. Subito dopo si è scatenato l'inferno. 
 

Ultimo aggiornamento: 12 Maggio, 09:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA