Le Donatella e la scomparsa del loro papà: «È morto in videochiamata con noi. Stiamo cercando la forza per andare avanti»

Le Donatella parlano del papà morto: «È morto in videochiamata con noi. Stiamo cercando la forza per andare avanti»
Le Donatella parlano del papà morto: «È morto in videochiamata con noi. Stiamo cercando la forza per andare avanti»
di Angela Casano
Domenica 25 Settembre 2022, 21:21 - Ultimo agg. 26 Settembre, 09:38
4 Minuti di Lettura

Silvia e Giulia Provvedi, ospiti di Silvia Toffanin a Verissimo. Le Donatella, ancora scosse dalla morte del papà, scomparso il 15 settembre a causa di un infarto improvviso, hanno raccontato del terribile momento che stanno attraversando. Le due sorelle nel salotto televisivo hanno racconto di quanto entrambe fossero legatissime alla figura del papà. Fiumi di lacrime versate in studio, sia dalle sorelle che dal pubblico presente. 

Amici, scontro Celentano-Todaro: Elena D'Amario entra in studio e sbotta contro la professoressa. Cosa è successo

Domenica In, Mara Venier e la gaffe con Elodie: non conosce Andrea Iannone?

Totti e Ilary, parla l'amico Nuccetelli: «Lui è focoso, lei diceva sempre di avere mal di testa»

Cosa hanno detto

Solo pochi giorni fa, le sorelle Provvedi hanno svelato sul loro profilo social alcuni dettagli tragici riguardo la morte del loro papà Claudio. «È morto di un infarto mentre era in videochiamata con noi e nostra mamma», questo è quanto hanno riportato sulle storie Instagram. La scomparsa della figura paterna è stata per le due sorelle un rospo davvero duro da mandare giù, nonostante il padre fosse malato da tempo, la sua morte è stata improvvisa

Silvia, alle domande della Toffanin, ha preso parola e ha detto: «È stato uno shock da cui ancora non ci siamo riprese. Papà ci ha chiamato verso mezzanotte e un quarto, faceva fatica a respirare. Ha avuto un arresto cardiaco, non voleva nemmeno che chiamassimo il 118. Poi ho capito, una volta arrivata lì, che mio padre era caduto dalla sedia, si era accasciato, perché il telefono gli era proprio volato da mano». 

La denuncia al 118

Poi Giulia Provvedi ha raccontato con commozione: «Io mi sono messa in macchina e sono partita da Milano per Modena. Abbiamo voluto che lasciassero papà in casa per la notte, perché mamma voleva salutarlo per l'ultima volta». Non è stato affatto un momento facile da gestire per le due sorelle, a causa dei soccorsi che non rispondevano alla richiesta di aiuto: «Io ho chiamato il 118 come una matta, ma non arrivava nessuno. È stato molto difficile metterci in contatto con i soccorsi e avremmo preferito trovare maggiore sensibilità in un momento come quello».

La cura

Poi Le Donatella, non riuscendo a trattanere le lacrime, hanno raccontato del bel rapporto che avevano col padre: «Apprezzava molto di noi, ha sempre visto in noi una carica, una grinta, una genuinità. Da sempre, da quando eravamo bambine». Una perdita devastante per le due sorelle, che ora stanno cercando di riprendersi dallo shock: «Per fortuna siamo molto unite, abbiamo una bellissima famiglia, una bambina che ci sta sollevando il morale, stiamo così trovando la forza di andare avanti».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA