Paola Turani, post body positive tre mesi dopo il parto: «Vogliamoci bene»

Lunedì 10 Gennaio 2022
Paola Turani.

Prova allo specchio superata. A tre mesi dalla nascita del piccolo Enea Francesco, Paola Turani si sente più completa e felice che mai. A dichiararlo è la stessa influencer in un lungo messaggio body positive pubblicato accanto a due foto in intimo. Nella prima, scattata lo scorso anno, la modella sfoggia un fisico scolpito da vera atleta, nella seconda, immortalata a dodici settimane dal parto, le forme si fanno più morbide e sinuose, a causa di un leggero aumento di peso che «non sa se ritornerà come prima». Eppure la soddisfazione per aver portato a termine la gravidanza con successo compensa qualsiasi preoccupazione e Paola Turani lo scrive a chiare lettere.

 

 

 

Il messaggio body positive di Paola Turani

Nonostante qualche chiletto in più l'influencer bergamasca non ha voluto nascondersi e ha scelto il suo profilo Instagram per lanciare un forte messaggio a tutte le donne che stanno vivendo o hanno vissuto come lei le gioie e le fatiche del parto. «Questa mattina mi è capitato di riguardare delle vecchie foto… quanto mi sembra lontana quella Paola dalla Paola di adesso! E poi l’altro giorno scatto una foto di come sono ora, tre mesi post parto. Come si sente questa Paola? Più che bene. Completa. Ancora più felice. Anche se il suo corpo è cambiato, anche se ha 5 kg in più e non sa se ritornerà come prima. Ma volete mettere il dono di stringere tra le braccia vostro figlio? Non c’è kg, non c’è pancia o cellulite che tenga».

L'arrivo di Enea, il figlio desiderato per anni insieme al marito Riccardo Serpellini e nato lo scorso ottobre, ha compensato qualsiasi preoccupazione per il proprio fisico. «In questi mesi il pensiero delle mie nuove forme o dei kg è passato ancora di più in secondo piano, la priorità e il mio primo pensiero è sempre stato Enea. 'Scontato' direte? Beh, non è detto. Non è facile vedere il tuo corpo che cambia durante la gravidanza (avevo messo 20kg totali) e non è facile guardarti allo specchio nei mesi successivi al parto. Può essere difficile accettare questo cambiamento tra sbalzi ormonali, una poppata e l’altra e la stanchezza dopo le nottate sveglie».

«Vi capisco – aggiunge Paola Turani rivolgendosi alle tante follower che come lei hanno visto il proprio corpo trasformarsi durante i mesi della gravidanza –. Ma se pensiamo a come e cosa ha creato per 9 mesi questa incredibile e perfetta macchina credo sia giusto rispettarla, volerle bene, farle prendere tutto il tempo di cui ha bisogno senza stressarla. Come si sente ora questa Paola? Una gnocca comunque anche senza addominali scolpiti e con la ritenzione sulle cosce. E forse mi riconosco di più ora, meno spigolosa rispetto a poco tempo fa. Quanto mi ci vorrà prima che i miei vecchi jeans si richiudano? Boh! Ritornerò alla mia taglia? Non lo so. Ma va bene così».

 

Infine qualche proposito per il nuovo anno appena cominciato: «Ricomincerò a prendermi cura del mio corpo senza ossessioni, a muovermi facendo sport come ho sempre fatto, per me stessa, per stare bene mentalmente e fisicamente, soprattutto per rafforzare i muscoli della schiena (a pezzi) e per rassodare. Non per dimagrire. Che se ripenso a tutti gli anni in cui stavo a digiuno per entrare in un vestito taglia 38 la parola 'dimagrire' mi fa ancora paura. Benvenuta a questa nuova Paola più matura e consapevole! Benvenute nuove dolci forme». Benvenuta Paola.

Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio, 09:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA