Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Twiga, Briatore furioso su Instagram: «Metà struttura distrutta e c'è chi gioisce. Paese di sfigati»

Venerdì 19 Agosto 2022
Twiga, Briatore furioso su Instagram: «Metà struttura distrutta e c'è chi gioisce. Paese di sfigati»

Twiga devastato da una tromba d'aria e Flavio Briatore scende in campo sui social network. Il popolare imprenditore con un video su Instagram si è espresso così dopo i danni provocati dall'improvviso cambiamento climatico in Versilia. «Una tromba d'aria ha distrutto metà Twiga. Abbiamo fatto felici un mucchio di persone, sfigati… Tanti sono felici delle disgrazie che capitano agli altri. Ci rimbocchiamo le maniche e riapriamo».

 

Maltempo, in Toscana, muoiono due persone travolte da alberi

Twiga, il video della Santanchè

Daniela Santanché ha documentato i danni subiti dallo stabilimento Twiga. Sui social, il video pubblicato dalla parlamentare è diventato l'assist per i commenti di molti utenti che hanno esultato. «Vedere distrutto in poche ore il lavoro di mesi fa piangere il cuore. Gli sfigati contenti perché il Twiga ha perso 20 o 50 tende non vanno considerati: sono delle m...», dice Briatore.

Santanchè, dopo i danni al Twiga la frecciatina agli haters: "Rosicate!". Ecco cosa è successo

Video

Tromba d'aria sul Twiga, Briatore: «Gli sfigati che esultano sono delle mer*e»

Un giorno da incubo in Toscana

La violenza del maltempo sulla Toscana ha porta con sé giovedì un nuovo tragico capitolo, quello degli alberi-killer, che hanno causato due morti e decine di feriti. Sono persone colpite proprio da piante o rami. Il vento ha corso con raffiche sulla costa arrivate a 140 km/h, hanno virato verso l'interno e sono scese a 110 km/h sopra Firenze, area già colpita dal nubifragio di Ferragosto. Tetti scoperchiati, allagamenti, danni materiali ovunque: il governatore Eugenio Giani ha firmato lo stato di emergenza regionale. Indebolite dalla siccità, le piante di alto fusto non hanno retto al fortunale che ha sferzato tutta la regione. E sono crollate. Due hanno fatto vittime, uccidendo Maria Laura Zuccari, 68 anni, colpita da un albero nel parco La Malfa ad Avenza di Carrara, e Daniele Giorgi, 54 anni, che pare stesse proprio lavorando a delle potature vicino a Lucca, in località Sorbano del Giudice. Vani i tentativi di salvarli, i traumi sono stati mortali. Cadute alberi hanno creato altre situazioni drammatiche, con decine di feriti. I più gravi sono stati una donna la cui roulotte è rimasta schiacciata da una pianta dentro un campeggio a Marina di Massa insieme ad altri tre vacanzieri feriti. A Barga (Lucca) il vento ha staccato un pezzo di tetto da una casa e ha centrato delle auto, quattro feriti, uno ricoverato a Pisa in codice rosso. A Massa una tromba d'aria ha causato il ferimento di un addetto alla manutenzione in un deposito dei pullman di At, i materiali sollevati in aria lo hanno raggiunto. A Pistoia un camionista è rimasto ferito nella cabina di guida del Tir, abitacolo schiacciato. A Firenze tre feriti lievi, una persona al mercato del Galluzzo, due dentro una vettura in transito in viale Fanti, zona stadio. Illesi i turisti dentro un camper bersagliato da un albero a Bottai. Tetti scoperchiati ovunque, alla fiera di Carrara, ad alcune case e due scuole a Massa e Carrara dove la Regione ha evacuato 100 persone, a capannoni industriali nella Piana verso Prato. A Firenze un albero ha colpito un tram alle Cascine, un altro una fermata: nessun ferito ma sono occorse sette ore per far ripartire la linea per Scandicci. In tutta la regione decine di strade interrotte, per smottamenti, caduta di rami ed alberi, detriti. In Lunigiana e nel Fiorentino problemi con la rete elettrica. Il nubifragio ha messo in ginocchio decine di stabilimenti balneari in Versilia, anche vip: Daniela Santanché lamenta sui social grossi danni al Twiga. Nei bagni sono volati via ombrelloni, sdraio, tende. Le province più colpite sono Massa Carrara, Lucca e Pistoia. L'allerta meteo prosegue fino a tutto venerdì.

Ultimo aggiornamento: 20 Agosto, 12:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA