Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Batgirl non esce più: la Warner cancella il film da 90 milioni di dollari dedicato alla supereroina con Leslie Grace

Mercoledì 3 Agosto 2022 di Simona Antonucci
Batgirl con Leslie Grace

“Batgirl” non vola più. Il film dedicato alla supereroina interpretata da Leslie Grace è stato cancellato: nonostante la conclusione delle riprese, non uscirà mai nelle sale e nemmeno in streaming. La Warner Bros ha annunciato di non voler più distribuire il kolossal costato oltre 90 milioni di dollari perché non entusiasta dei primi test effettuati post produzione. Un'opera fantasma che segna comunque un primato: il film si colloca tra i progetti cinematografici cancellati più costosi di sempre.

Michael Keaton

Una delusione per i fan del mondo di Batman. Il nuovo episodio sull’universo dell’Uomo Pipistrello era incentrato sull’eroina di Gotham City. Leslie Grace aveva anche rilasciato diverse interviste dove si mostrava entusiasta per il ruolo. Nel film, inoltre, era previsto il grande ritorno di Michael Keaton nei panni di Batman, che l’attore aveva impersonato nei due film diretti da Tim Burton Batman (1989) e Batman – Il ritorno (1992). Infine, il Commissario Gordon, nonché papà della protagonista Barbara alias Batgirl, era J. K. Simmons, mentre l’antagonista di turno era Brendan Fraser nei panni di Firefly.

Adil El Arbi e Bilall Fallah

Diretto dai registi di Marvel Adil El Arbi e Bilall Fallah, il film era decollato nel 2021 come parte di una più ampia iniziativa della Warner Bros per creare lungometraggi specifici per il servizio di streaming HBO Max. Ma martedì è arrivata la “sentenza”: non verrà mai distribuito, né nelle sale né su HBO Max. L’Hollywood Reporter rivela che il budget è stato un fattore determinante nella decisione, essendo salito a quasi 90 milioni di dollari (74,1 milioni di sterline, 130 milioni di dollari australiani) a causa dei costi relativi alle riprese durante la pandemia Covid-19. Sebbene il budget sia inferiore alla media dei film di supereroi della DC, il film non aveva però la “spettacolarità che il pubblico si aspetta” e non sarebbe riuscito a recuperare le perdite derivanti dalla sua uscita.

Warner Bros

Il New York Post, citando una fonte anonima, rivela che il budget avrebbe superato addirittura i 100 milioni di dollari e che il film era andato così male durante le prime proiezioni di prova che la Warner Bros avrebbe deciso di contenere le perdite. Quindi, onde evitare di bruciare immediatamente il franchising, la Warner Bros ha preferito rinunciare ai 90 milioni di dollari già spesi per provare a risalire la china ideando altri lungometraggi sulla DC Comics. Secondo la stampa specializzata di Hollywood, dietro la decisione ci sarebbe un cambio di strategia dopo la sua fusione con il gruppo Discovery.

La leadership

La mossa arriva, infatti, nel mezzo di un cambio di leadership avviato nel maggio del 2021, quando la Warner Bros si è appunto fusa con Discovery. L’amministratore delegato di Warner Bros Discovery, David Zaslav, che di recente ha supervisionato tagli drastici alla CNN, tra cui la chiusura del servizio di streaming CNN+, costato 300 milioni di dollari, un mese dopo il suo lancio, vorrebbe rifocalizzare lo studio sui film in sala piuttosto che sui progetti di streaming. Dopo la fusione sono stati cancellati diversi show, tra cui Full Frontal With Samantha Bee, The Last OG e Chad, ed è stato cancellato anche un film della DC Comics sulle gemelle Wonder che era in fase di sviluppo. La pellicola sarebbe stata il primo film con protagonista Barbara Gordon alias Batgirl, anche se la serie tv, Batwoman, andata in onda per tre stagioni, è stata eliminata per i pochi ascolti.

Joel Schumacher

Un colpo per i fan dell’Uomo Pipistrello, protagonista di numerosi film, ma con fortune diverse. Oltre ai due diretti da Tim Burton (Batman e Batman – Il ritorno), Batman Forever (1995) e Batman & Robin (1997) diretti da Joel Schumacher, non hanno raccolto i favori della critica. Decisamente opposto, invece, il giudizio sulla trilogia di Christopher Nolan con protagonista Christian Bale nei panni di Batman in Batman Begins (2005), Il Cavaliero Oscuro (2008) e Il Cavaliero Oscuro – Il ritorno (2012). Nel 2022, invece, è uscito il reboot The Batman con Robert Pattinson alias Bruce Wayne/Batman con Matt Reeves alla regia che ha sbancato il botteghino ed entusiasmato le recensioni. Nel lungo elenco anche le due apparizioni di Ben Affleck come Batman in Batman vs Superman: Dawn of Justice (2016) e Justice League (2017).

Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 12:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA