A Capri-Hollywood, migliore sceneggiatura per Steven Zaillian con “The Irishman"

Domenica 17 Novembre 2019
Una scena di
È stato assegnato a The Irishman di Martin Scorsese il premio per la miglior sceneggiatura dell’anno di Capri,Hollywood 2019. Steven Zaillian, già Oscar per Schindler’s List di Steven Spielberg, ritirerà il riconoscimento nel corso dell’International Film Festival sull’isola azzurra che dal 27 dicembre al 2 gennaio, come da tradizione, inaugurerà la stagione dei grandi Awards 2020.

Lo annuncia Tony Renis, presidente onorario della manifestazione. «The Irishman può definirsi la summa del grande cinema di Scorsese e la sua sceneggiatura è uno dei capolavori di Zaillian, talento come pochi della scrittura, collaboratore di lungo corso del maestro italomericano e di tanti altri grandi autori» ricorda Tony Renis
«Questo script è un lavoro perfetto grazie al quale i fuoriclasse De Niro, Pacino e Pesci hanno dato vita ad interpretazioni memorabili», aggiunge. Il film prodotto da Netflix, dopo il passaggio in sala, sarà in streaming dal 27 novembre e si annuncia tra i favoriti alle nomination di Golden Globes e Oscars 2020. Regista, sceneggiatore e produttore statunitense, Steven Zaillian è tra le più influenti personalità di Hollywood ed è molto legato all’Italia dove girerà, a venti anni dal film di Antony Minghella, parte della serie tv tratta da  Il talento di mister Ripley dai romanzi di Patricia Highsmith. Irishman non è il primo gangster movie firmato da Zaillian, che ha scritto anche le sceneggiature di American Gangster di Ridley Scott e Gangs of New York di Scorsese. Tra i suoi prossimi lavori anche la serie storica Montezuma Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA