Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

The Kolors chiudono il Giffoni Film Festival, Stash: «Studiate e sempre coi piedi per terra»

Sabato 30 Luglio 2022 di Antonella Santoro
The Kolors chiudono il Giffoni Film Festival, Stash: «Studiate e sempre coi piedi per terra»

Una band che oltre al talento, ha molto da dire è quella dei The Kolors, ospiti dell’ultima giornata di Festival. Voce e chitarra del trio, Stash oggi pomeriggio ha parlato ai ragazzi di musica e non solo: «Oggi se dovessi dare un consiglio allo Stash del 2015 che vinse “Amici”, lo obbligherei a tagliare i capelli prima di tutto, poi gli chiederei subito di riflettere sulle parole che mio nonno diceva e che racchiudevano un significato fondamentale, che poi con il tempo sono diventate essenziali: il senso era: rimani sempre con i piedi per terra».

Il talent show può essere un trampolino di lancio, ma «non bisogna pensarlo come una scorciatoia, bisogna studiare e fare tanta gavetta». I The Kolors scrivono e suonano dal 2010: «Sono passati anni prima che avessimo la possibilità di entrare in quel talent. La gavetta è stata fondamentale per noi perché credo che sia la motivazione per la quale noi siamo ancora qui e altre band spariscono dopo aver avuto qualche stagione di successo».

Video

Esiste per Stash una bella differenza tra successo e fama: «Si fa tanta confusione tra avere successo e diventare famosi. Si diventa famosi nel momento in cui si è capaci di trasmettere emozioni alla gente e questo ti viene riconosciuto. Il successo può essere come una cometa se non esistono le basi».

Ultimo aggiornamento: 2 Agosto, 08:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA