Bruce Springsteen, Confessioni di un settantenne nato per correre e per cantare

di Enzo Gentile

Il 23 settembre saranno settant'anni e per festeggiare la scadenza il massimo rocker in circolazione ha pensato a un regalo speciale, ma anche spiazzante per il popolo dei suoi aficionados: Bruce Springsteen il 14 giugno pubblica il suo nuovo album di inediti, «Western stars», un pacchetto di canzoni che prendono in contropiede anche i fans più accaniti e fidelizzati. Lungo tredici brani - due dei quali già entrati in circolazione, il primo singolo «Hello Sunshine» e il secondo, appena distribuito, «There goes my miracle» - l'uomo nato per correre si mostra con volti finora poco (il folksinger puro e duro) o mai (il crooner nostalgico) concessi in pubblico, ripassando i temi della più solenne e tipica cultura americana a stelle e strisce.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 29 Maggio 2019, 11:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP