Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

“Laura Pausini, piacere di conoscerti”: esce il docufilm su Prime Video: «A Sanremo chiedevo gli autografi ai big»

Martedì 5 Aprile 2022 di Marco Castoro
Laura Pausini

«Volevo fare il piano bar, dagli 8 ai 18 anni l’ho fatto nonostante per una donna non era certo semplice. Ma per me era una sfida. Ero talmente felice quando sono andata a Sanremo che chiedevo gli autografi ai big per atteggiarmi al ritorno». Laura Pausini non è certo una diva, anche se potrebbe permetterselo. Lei che è diventata un’icona della musica italiana nel mondo, che condurrà l’Eurofestival e che ogni volta che rivede i ricordi del suo Sanremo si commuove.

Laura si racconta nel nuovo film Original dal titolo “Laura Pausini Piacere di Conoscerti”, disponibile in esclusiva su Prime Video dal 7 aprile.

Video

La sua carriera scorre veloce. Il telespettatore si appassiona. E lei ti spiazza con i suoi principi e le sue passioni: «Cosa c’è di più del Golden Globe? La nomination agli Oscar: una bomba atomica incredibile, ma io non volevo partire. Avevo ansia, disagio dovuta al pensiero che un premio è una responsabilità. Ma la piccola Paola mi dice: “Mamma se non vai sbagli, io ti aspetto a casa coi nonni”. Il docufilm? All’inizio ero titubante perché pensavo fosse troppo autocelebrativo».

Ultimo aggiornamento: 6 Aprile, 14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA