«Fiore Ammazzato» del Teatro Grimaldello al Piccolo Teatro del Giullare di Salerno

di Aldo Padovano

Sabato 2 e domenica 3 dicembre al Piccolo Teatro del Giullare di Salerno va in scena "Fiore Ammazzato", una produzione della compagnia "Teatro Grimaldello" con testi del giornalista e scrittore Alfonso Tramontano Guerritore e la regia di Antonio Grimaldi.

"Come nel girone dei dannati, si vaga tra la bellezza e la bruttezza. L'una non può fare a meno dell'altra. Dell'umano restano brandelli di coscienza" afferma il regista Antonio Grimaldi.

Sul palco saliranno gli attori Alessandro Gioia, Andrea Torre e l'autore del testo Alfonso Tramontano Guerritore. Le foto di scena sono realizzate da Annapaola Montuoro.

Lo spettacolo prende spunto da fatti di cronaca nera accaduti tra l'Agro nocerino sarnese e l'hinterland vesuviano. Una storia di mala, amori rinnegati e bastardi.

"Voce ‘e popolo voce ‘e ddio" questo è quello che la gente racconta. Dell’accaduto parlano tutti. Parlano di morte, specie ora che a morire è un giovane, capitato fortuitamente nel posto sbagliato. Dicono sia stato un errore. Forse due. Come gli assassini, rigettati dal mondo, due cani rabbiosi in una gabbia da combattimento, incapaci di risolversi. Loro restano a mordersi la coda, sospesi in una dimensione altra, violenti e smarriti insieme, perduti e colpevoli, mentre la voce del popolo continua a bisbigliare quello che tutti già sanno". 
 
Giovedì 30 Novembre 2017, 12:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP