Cristiano Malgioglio a “Oggi è un altro giorno”: «Ero lo stalker di Fabrizio De Andrè»

Lunedì 10 Gennaio 2022
Eclettico, divertente e poliedrico: Cristiano Malgioglio si racconta a Oggi è un altro giorno

Cristiano Malgioglio, ospite a Oggi è un altro giorno, ha parlato a Serena Bortone della sua carriera, dei suoi esordi e dei suoi dolori. Si è soffermato sulla conoscenza di Fabrizio De Andrè, cantautore da lui stimato da sempre: «Andavo sotto casa sua e citofonavo a oltranza. Ero il suo stalker» dice ridendo. «Finchè poi non l'ho conosciuto ed è nata anche stima reciproca».

«Ho viaggiato sul treno con lui - racconta Malgioglio - , poi, sempre grazie a lui, ho firmato il mio primo contratto con la Ricordi». 

Di seguito, Malgioglio ha raccontato il periodo buio che l'ha travolto quando, 26 anni fa, è morta la madre. «Mia madre soffriva da tempo. Stavo facendo un concerto a Palermo e ad un certo punto si è interrotto il nastro e ho pensato: mi ha lasciato. Difatti, la mattina dopo, in aeroporto due poliziotti si sono avvicinati per dirmi che mia madre si era spenta e dovevo tornare per i funerali». 

Dopo anni, Malgioglio stenta a tornare a Palermo perchè, nonostante l'amore che lo leghi alla città, ripensa a quel periodo. «Mia madre mi diceva sempre: 'Non potrai diventare come Gianni Morandi, sposati e portami dei nipotini'» racconta il cantautore alla conduttrice Silvia Bortone. «Ma io le rispondevo sempre: io voglio essere Cristiano non altri» conclude.

Ultimo aggiornamento: 15:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA