Il primo presidente donna degli Usa è sparito: torna su Sky "Modus"

Kim Cattral
Kim Cattrall è fra i protagonisti di “Modus – La porta chiusa”, l’attesissima seconda stagione dello Scandi-Noir che ha conquistato il mondo, in prima tv assoluta su laF (Sky 139) da martedì 6 febbraio 2018, alle ore 21.10. Insieme a lei, già volto di Samantha in "Sex and The City"  e ora nei panni del primo presidente donna degli USA, entrano nel cast anche le star Greg Wise (The Crown, Ragione e sentimento) e Billy Campbell (Via dall’incubo, Dynasty), accanto ai confermatissimi Melinda Kinnaman ed Henrik Norlén, rispettivamente nei ruoli della profiler, scrittrice e psicologa Inger Johanne Vik e del detective Ingvar Nymann.
Tratta dal bestseller di Anne Holt “La porta chiusa”, edito in Italia da Einaudi, la nuova stagione di “Modus”, 8 episodi da 60 minuti ciascuno, vede ancora come sceneggiatori i vincitori di 3 International Emmy Awards Peter Thorsboe e Mai Brostrøm (Unit one, The Eaglee The Protectors) e come regista Lisa Siwe (The Bridge). Mentre Inger Johanne e Ingvar attendono il loro primo figlio, arriva a Stoccolma per una visita di Stato Helen Tyler (Kim Cattrall), la prima donna Presidente degli USA, insieme alla figlia Zoe e al suo braccio destro, l’agente dell’FBI Warren Schifford (Greg Wise), ex mentore (e amante) di Inger.
Qualcosa però va storto e Madame le President sparisce nel nulla: dopo all’arrivo del marito, Dale Tyler (Billy Campbell), nelle indagini si incontreranno-scontreranno le menti migliori della polizia norvegese e dell'FBI, per fare luce fra bugie, inganni e segreti del passato che, dai drammi personali, porteranno a intrighi, tensioni e crisi internazionali; nessuno sarà esente da ombre e sospetti e la divisione netta fra buoni e cattivi sarà estremamente labile.
Con oltre 6 milioni di libri venduti in tutto il mondo, Anne Holt, avvocato ed ex Ministro della Giustizia norvegese, è una delle regine indiscusse del thriller e la serie “Modus” riprende i temi a lei più cari, in primis le contraddizioni della società di oggi, divisa fra amore e odio, aperture e intolleranze. Per la produzione è stata una sfida adattare “La porta chiusa”, specie per la figura del primo presidente donna americano, come dichiarano gli sceneggiatori Peter Thorsboe e Mai Brostrøm:
«Quando nel 2015 abbiamo deciso che la seconda stagione di Modus doveva essere basata su questo romanzo di Anne Holt, tutto indicava una prevedibile, noiosa elezione americana tra Hillary Clinton e, forse, Jeb Bush. La vittoria di Trump ha dimostrato come la realtà superi l'immaginazione. Ma questo ci ha motivato a restare fedeli alla figura immaginaria del nostro Presidente donna: una persona perbene, umana e generosa, sebbene con dei fantasmi nel proprio passato».
Grazie agli splendidi paesaggi nordici e al suo mix fra mistero, adrenalina, thriller e psicologia, “Modus” è tra le serie di maggior successo nella tv scandinava dell’ultimo decennio, distribuita anche in UK, Svezia, Germania, Novergia, Danimarca, Olanda, Islanda, Belgio. 
Domenica 4 Febbraio 2018, 16:58 - Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio, 17:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP