Orietta Berti e Iva Zanicchi a Verissimo: «Non siamo dive, e il pubblico ci ama per questo»

Sabato 16 Gennaio 2021 di Eva Carducci
Orietta Berti e Iva Zanicchi a Verissimo: «Non siamo dive, e il pubblico ci ama per questo»

Tre anni di differenza e una passione e lavoro in comune, due icone a confronto nel salotto di Silvia Toffanin: Iva Zanicchi e Orietta Berti, due leggende della musica italiana. 

Tra racconti e aneddoti del passato le due cantati si sono confidate nel salotto di Verissimo, raccontando anche quando i premi, all'inizio della loro prestigiosa carriera, non erano necessariamente coppie o dischi d'oro, ma tartufi. A Iva Zanicchi ne fu infatti regalato uno, che è stato difficile poi da portare a casa. 

Emma e Amoroso duettano in Pezzo di cuore. Sanremo? "Nessuno ci ha telefonato"

«Sembravo un maschiaccio da bambina» commenta la Berti guardando la sua foto da piccola, mentre il racconto tra i ricordi delle due prosegue con le foto delle loro mamma da giovane.

Ma qual è il segreto del loro sucesso? «La sincerità, non ho mai tradito il pubblico, forse solo qualche volta io. Poi non siamo dive, siamo persone normali vicino la gente. La diva è apparicente poi si smonta» commenta la Zanicchi a cui si aggiunge la Berti: «Bisogna avere il carattere giusto per essere dive, noi non lo siamo. Siamo rispettate ancora, siamo cresciute con il nostro pubblico, e invecchiate con loro».

Ogni racconto è poi accompagnato da un'improvvisazione musicale delle cantanti, che con naturalezza e grazia riescono senza fatica a intonare una i pezzi dell'altra. 

Retroscena anche dai Festival di Sanremo: «Di solito ci pettinavamo e truccavamo da sole, anche a Sanremo. Io andavo dal parrucchiere davanti al Casinò. I vestiti li portavamo da casa, e il mio primo festival è stato un disastro, non mi hanno neanche lasciato cantare che mi hanno sbattuto fuori. Ero emozionatissima, non avevo neanche sentito l'orchestra».

 


<div class="fb-post" data-href="https://www.facebook.com/verissimo/photos/a.523016367750341/3852919868093291/" data-width="500" data-show-text="true"><blockquote cite="https://www.facebook.com/verissimo/photos/a.523016367750341/3852919868093291/?type=3" class="fb-xfbml-parse-ignore">Pubblicato da <a href="https://www.facebook.com/verissimo/">Verissimo</a> su&nbsp;<a href="https://www.facebook.com/verissimo/photos/a.523016367750341/3852919868093291/?type=3">Sabato 16 gennaio 2021</a></blockquote></div>
 

 

 

Raoul Bova a Verissimo: «Dopo la morte dei miei genitori tutto è cambiato». E su Giorgio Armani: «Un onore interpretarlo»

«Era bello fra di noi, ma la rivalità era data principalmente dai giornali» racconta la Berti a cui eco la Zanicchi: «Esatto, spesso dicevano che in realtà ero la rivale di Mina, ma Mina non ha rivali, era sul trono, anche con Orietta ha no provato a metterci contro, ma non ci sono mai riusciti».

Ma non tutte andavano d'accordo realmente: «Una volta la Rettore mi disse che ero un'oca giuliva e gli ho risposto che l'oca era lei, perché aveva il collo lungo. Donatella e io siamo diventate amiche poi».

«Una volta Malgioio, per sbaglio ha lanciato il tea addosso a Leonardo DiCaprio, ma è stato un gentiluomo per come ha reagito. a Los Angeles ci vedevamo spesso con Cristiano, mi aiutava negli acquisti ad esempio, tra creme e guêpière» racconta la Berti dopo il video messaggio di saluto di Cristiano Malgioio, che ha confessato che Iva Zanicchi, sempre a Los Angeles, baciò Richard Burton: «Non è vero, non è successo niente tra noi, il problema è che io non parlavo inglese, quindi rispondevo sempre si, chissà cosa mi ha chiesto Burton! Comunque non è successo niente, magari, era un bell'uomo».

Orietta Berti, dopo 29 anni, tornerà al Festival di Sanremo: «Siamo in astienza, non si possono fare i concerti, cantare con un'orchestra come quella, non vedo l'ora davvero».

Aneddoti e curiosità che hanno riportato per un attimo gli spettatori agli anni d'oro della musica italiana. 

 

Ultimo aggiornamento: 17:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA