Squid Game, Lee Jun-jae ne è certo: «La seconda stagione è inevitabile»

Lunedì 3 Gennaio 2022
Squid Game, Lee Jun-jae ne è certo: «La seconda stagione è inevitabile»

Squid Game è sicuramente la serie del 2021. La serie Netflix dello show al massacro coreano ha abbattuto qualsiasi tipo di record di ascolti e in pochi giorni è diventato un fenomeno di massa che non poteva certo finire con una sola stagione. Le 9 puntate registrate sono state «divorate» dagli spettatori di tutto il mondo e, adesso, la seconda stagione è un qualcosa di inevitabile che tutti aspettano con ansia. 

 

 

È impossibile, infatti, immaginare che tutto possa terminare così. Nessuno si sarebbe atteso un tale successo e, quindi, sia Netflix sia il regista dovranno correre ai ripari il prima possibile per accontentare i milioni e milioni di spettatori pronti a divorare anche il seguito. 

Video

Sebbene il creatore e regista Hwang Dong-hyuk ha spiegato di essere solamente in trattative per un seguito, la star della serie Lee Jun-jae è sicuro che succederà. Parlando con People, l’interprete di Gi-hun ha infatti dichiarato: «Una seconda stagione è diventata in un certo senso inevitabile. Ricordo che quando stavamo girando, ho chiesto a Hwang Dong-hyuk se ci sarebbe stata una seconda stagione, e lui ha detto: 'Non credo. Sarà molto difficile'. Ma non possiamo non farne una adesso, perché abbiamo ricevuto così tanto amore in tutto il mondo. Spero che ci sia una sorta di svolta che sarà eccitante e sorprendente per me e per gli spettatori. Se fosse prevedibile, non sarebbe divertente».

 

Lee Jun-jae ha poi parlato del ruolo del suo personaggio. Gi-hun ha conquistato il mondo con la sua semplicità e la sua lealtà, ma che ruolo potrà ricoprire nella seconda stagione? «Non ho idea di cosa accadrà o della portata, ma l’unica cosa che Hwang mi ha detto è che Seong Gi-hun sarà di nuovo nello show, e sarà di nuovo pronto a giocare nell’arena. 

 

Non mi sarei mai aspettato il successo avuto da Squid Game, ma ammetto di aver saputo fin dall’inizio che ero parte di qualcosa di speciale. Il primo giorno in cui stavamo girando con il 'Un, due, tre Stella' e ho visto il gigantesco robot Young-hee e 456 persone in tuta verde correre per salvarsi la vita, all’improvviso ho avuto la sensazione che sarebbe stato un qualcosa di straordinario. Così ho detto a Hwang e alla troupe: 'Penso che sarà molto popolare. Dovresti creare un parco a tema in questo momento, dovresti assicurarti che quel robot sia lì e le persone possano giocare ai sei giochi che sono in questo show'».

© RIPRODUZIONE RISERVATA