Canottieri Napoli-Muri Antichi 7-12
nello splendore del Molosiglio

Sabato 28 Maggio 2022 di Diego Scarpitti
Canottieri Napoli

La Canottieri Napoli chiude la regular season al secondo posto. Stagione esaltante per capitan Biagio Borrelli e compagni, artefici di un campionato convincente, nel corso del quale hanno raccolto 53 punti in 22 giornate. I ragazzi di Enzo Massa precedono nel girone Sud la Rari Nantes Florentia e terminano alle spalle della capolista Roma Vis Nova. Accedono alle semifinali playoff i giallorossi, chiamati a confrontarsi con la Rari Nantes Camogli (terza nel girone Nord) sabato 4 giugno.

Molosiglio. Fantastica cornice per l’ultima giornata. Tifosi e soci in terrazza per gustare il duello clorato nella piscina all’aperto, incastonata nella Grande Bellezza. Un spot da Mibact per irradiare la potente immagine di una cartolina suggestiva. Il match tra napoletani e catanesi apre il palinsesto pomeridiano.

Ko indolore. Prevalgono le maggiori motivazioni dei siciliani e la Copral Muri Antichi stacca il pass per i playoff. Non semplice battere la seconda forza del torneo 7-12 (parziali di 3-3, 1-3, 1-3, 2-3). Sprigionano la loro carica realizzativa il maltese Steven Camilleri (classe 1987) e Aurelio Scebba (classe 1986), entrambi autori di un poker pesante. Gli etnei allenati da Giovanni Puliafito raggiungono per la prima volta lo storico traguardo per la gioia del presidente Luigi Spinnicchia.

 

Cronaca. Primo tempo in perfetta parità. I padroni di casa si portano tre volte avanti e altrettante vengono riacciuffati. Il rigore di Gianluca Confuorto inaugura le marcature, Samuele Longo (che aveva cagionato il penalty) si fa perdonare (1-1). In superiorità numerica Daniele Cerchiara e Vincenzo Tozzi (controfuga) fissano il momentaneo 3-1. Con l’uomo in più Scebba e dai cinque metri Camilleri siglano il 3-3.

Nel secondo periodo l’alzo e tiro dell’attaccante maltese regala il primo vantaggio ai suoi (3-4). «L’uomo mascherato» Luca Orlando risponde prontamente con una conclusione a schizzo (4-4). Sfruttano la superiorità, Andrea Schilirò e Deni Zovko conducono i siciliani all’intervallo lungo sul + 2 (4-6).

Incisivi e determinati, i Muri Antichi ripropongono lo stesso parziale. Il numero 2 siciliano allunga (4-7), Orlando bissa (5-7). Con astuzia Zovko va a prendersi il rigore, poi trasformato dallo scatenato Camilleri (5-8). Si allarga la forbice tra le compagini. Costruisce la rete del 5-9 Scebba: controfuga solitaria e dolce palombella.

Gli ultimi 8 minuti vedono spadroneggiare Scebba e Camilleri (5-10 e 7-11), mattatori dell’incontro. Geremia Massa e Antonio Vitullo (nelle foto di Gianluca Madonna) non mollano la presa e provano a ricucire lo strappo ma Valerio Nicolosi (su assist di Zovko) fa schizzare in piedi gli isolani, che si abbracciano per il prestigioso risultato conseguito. Le due formazioni si congratulano a vicenda nello splendore del Molosiglio.

Ultimo aggiornamento: 18:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA