Claudia Rotili trascina la Champ Napoli
al doppio successo in pedana

Martedì 30 Novembre 2021 di Diego Scarpitti
Champ Napoli

Doppio titolo in due giorni. Campionessa italiana under 23 e campionessa nazionale a squadre miste. La sciabolatrice Claudia Rotili trascina la Champ Napoli al successo bis. Cagliari porta davvero bene ai ragazzi di Leonardo Caserta, che si esaltano e vincono in pedana. Si prende la corona d’Italia e il tricolore Rotili, qualificandosi di diritto ai prossimi Europei di categoria.

 

Inizi schermistici in rossoverde, dal 2008 al 2017 al Circolo Posillipo, poi il passaggio alla Champ («società che mi ha accolto e tuttora mi sostiene al massimo») e l’ingresso nel gruppo sportivo dell’Aeronautica Militare dal 2019. «Nella prova individuale sono partita abbastanza male con tre vittorie e altrettante sconfitte nel girone. Agli scontri diretti mi sono sbloccata e mi sono tolta le mie soddisfazioni, battendo anche Giulia Arpino (prima dopo i gironi a 14), poi in semifinale Bendetta Taricco (15-7), una mia compagna di squadra dell’Aeronautica, e in finale (15-11) la mia compagna di sala Beatrice Dalla Vecchia (Vigili del Fuoco-Champ).

La studentessa di scienze motorie alla Parthenope si è resa protagonista anche nella staffetta mista. La Champ Napoli si è imposta 40-23 sul Club Scherma Roma, schierando le atlete classificate al primo e al secondo posto nella prova individuale femminile (Rotili e Dalla Vecchia), insieme a Marco Galletti, Marco Elio Morone e Mattia Rea.

Rotili incrementa la sua personale bacheca: oltre l’oro vinto a squadre nel mese di giugno con l’Aeronautica ai Campionati italiani, il bronzo della settimana scorsa alla Coppa del Mediterraneo a Carrara, si aggiungono i due prestigiosi titoli conquistati in Sardegna.

«Due bellissimi risultati. Siamo davvero tutti contenti. Abbiamo dominato la gara mista. Non mi aspettavo una prova così solida. Abbiamo stravinto la classifica generale con una bella tripletta: Cadetti, Giovani e Under 23”, conclude il maestro Caserta (nelle foto di Augusto Bizzi), fiero dei suoi invincibili atleti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA