«Walking football and basketball»: il progetto del Panathlon Club Napoli

Mercoledì 5 Settembre 2018 di Diego Scarpitti
Panathlon
«Calcio camminato si può, così come il basket, con l’espresso divieto di correre». Francesco Schillirò, presidente del Panathlon Club Napoli, lancia una suggestiva proposta per i «diversamente giovani». Riprendendo la felice intuizione del walking football, nato in Inghilterra nel 2011, ripropone in chiave partenopea un campionato originale quanto inedito, per promuovere la cultura del benessere over 60. «Si tratta di una novità in parte per quanto riguarda il calcio, una novità quasi assoluta per il basket», rivendica orgoglioso l’iniziativa in favore della terza età il medico radiologo, già docente universitario. «Si consentirà a quanti in gioventù hanno praticato queste discipline, di poter continuare a farle in sicurezza con delle regole precise». Rischi (quasi) azzerati e divertimento assicurato, evitando inutili pericoli, puntando sull'aggregazione sociale. «Le articolazioni non sono più quelle di una volta. Bisogna stare attenti, perché i traumi, ad una certa età, si recuperano difficilmente».

Un messaggio positivo e propositivo che sarà ampiamente dibattuto  nel corso della «Settimana Europea dello sport – EWoS 2018», volta a promuovere la partecipazione sportiva e l'attività fisica nei Paesi membri dell’Unione. Il Panathlon Club Napoli ha organizzato l’evento «Walking football and basketball» venerdì 14 settembre (ore 18) al Circolo Nautico Posillipo, progetto voluto fortemente da Schillirò, approvato dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che coordina gli eventi per l'Italia. Interverranno Sergio Roncelli, presidente CONI Campania, Ciro Borriello, assessore allo sport del Comune di Napoli, Oronzo Amato, consigliere Panathlon International. Saluti introduttivi affidati al presidente del Sodalizio rossoverde Vincenzo Semeraro. Ad animare il convegno le relazioni di Liberato Esposito (Il calcio che ….. “cammina”), Roald Vento (Aspetti tecnici del Basket “camminato”), Elena Avellone (Il canestro vien ….. camminando), Vito Vittorioso (Quale preparazione fisica?). Discussant Rino Merola e Giorgio Poulet. «Portate avanti un campionato di belle iniziative e il vostro scudetto, la vostra medaglia d’oro, il vostro trofeo più grande è questo omaggio sincero e incancellabile allo sport come cultura di vita. Vi penso e vi ammiro, panathleti, vessilliferi di una umanità gioiosa che sa correre e saltare, ieri con i muscoli scintillanti, oggi col tesoro della memoria e la pienezza di cuori teneri», scrive Mimmo Carratelli a pagina 90 nel libro «65 anni nello sport e per lo sport», dal 1953 al 2018, curata da Mario de Rossi per il mezzo secolo e aggiornata da Carlo Zazzera.

Dopo i festeggiamenti del 65esimo compleanno dell’associazione benemerita del CONI, con la conviviale d’eccezione sulle terrazze del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, alla presenza del plurititolato pallanuotista posillipino Francesco Postiglione, attuale vicepresidente della FIN, del «barone» Rino Merola, arbitro internazionale di pallanuoto, e di Carlo Rolandi, presidente onorario di Federvela, si preannuncia interessante e ricco di spunti il nuovo appuntamento in calendario. Ancora una volta «ludis iungit», #Beactive. Il Panathlon unisce attraverso i giochi anche nell’European Week of Sport. © RIPRODUZIONE RISERVATA