Cervi, un gigante (2,14) per Scafati;
"Con coach Finelli c'è gran feeling"

Lunedì 15 Marzo 2021 di stefano prestisimone
Cervi, un gigante (2,14) per Scafati; "Con coach Finelli c'è gran feeling"

Scafati aggiunge un'altra pedina nel suo scacchiere con Riccardo Cervi, pivot di 2,14 metri per 115 kg, attualmente free agent dopo l’esclusione della Virtus Roma dal massimo campionato. L’atleta ventinovenne, nativo di Reggio Emilia, è cresciuto cestisticamente nella città natale, tra le fila della Pallacanestro Reggiana, con la quale ha giocato fino alla stagione 2014/2015 (terminata con 7,0 punti e 4,8 rimbalzi di media), vincendo un campionato di Legadue (stagione 2011/2012) e una EuroChallenge nel 2014. La sua prima esperienza lontano da casa risale alla stagione 2015/2016, nel corso della quale ha indossato la casacca della Scandone Avellino in serie A agli ordini di coach Sacripanti, con cui da centro titolare ha terminato i playoff con 11 punti e 5,5 rimbalzi di media. Ha poi fatto ritorno a Reggio Emilia, dove è rimasto per ben tre stagioni consecutive. Nel suo palmares c’è anche una medaglia argento agli Europei del 2011 con la maglia della nazionale italiana under 20. Vanta poi numerose presenze nella nazionale maggiore tra il 2012 ed il 2017. Ha già eseguito le visite mediche di rito e sta lavorando sodo per ritrovare la migliore forma fisica possibile in seguito ad grave infortunio al ginocchio subito. Si aggregherà ai nuovi compagni in allenamento quanto prima possibile, così da poter dare il proprio contributo alla squadra a partire dalla prossima fase del campionato, ormai alle porte. Ha anche scelto il suo numero di maglia, che sarà il 14. Così Cervi dopo l'ufficialità: "Ringrazio la società per la fiducia accordatami, per avermi cercato ed avermi dato questa buona opportunità. Non vedo l’ora di essere fisicamente pronto per poter essere a disposizione del coach, che conosco molto bene in quanto è stato in passato mio allenatore a Reggio Emilia. Sto recuperando dall’infortunio e spero quanto prima di potermi aggregare agli allenamenti con i miei nuovi compagni, così da poterli conoscere bene, anche se dall’esterno ho la chiara e netta sensazione che l’attuale organico abbia tutte le carte in regola per ben figurare nei play-off". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA