Juve, Pirlo all'esame Roma
con un attacco extra-large

Venerdì 25 Settembre 2020 di Alberto Mauro
A Roma per il primo vero banco di prova in panchina. Pirlo in questi giorni ha studiato gli avversari ma anche sperimentato diverse soluzioni in allenamento, avendo a disposizione un reparto offensivo nutrito e di livello che gli può garantire ogni soluzione tattica, o quasi. La sua gestione delle risorse diventerà fondamentale, per ruotare i giocatori, gestire le forze e evitare bronci per chi invece sarà costretto alla panchina. La  Juve in campo contro la Roma sarà molto simile a quella vista contro la Samp, a partire dal sistema di gioco, probabilmente lo stesso 3-5-2 fluido dell’esordio in campionato. Quindi Danilo, Bonucci e Chiellini davanti a Szczesny, con la difesa che sin chiude a quattro in fase di non possesso palla. In mezzo al campo confermati McKennie, Rabiot e l’ottimo Ramsey, in netta crescita rispetto all’anno scorso.
Qualche dubbio sugli esterni, a sinistra De Sciglio incalza Frabotta, a destra dovrebbe giocare ancora Cuadrado, i veri “problemi” sono là davanti vista l’abbondanza e la qualità. Ronaldo non si tocca, al momento Dybala e Kulusevski si giocano una maglia al suo fianco, ma occhio alla variabile Morata. E alla tentazione tridente, un 3-4-3 che consentirebbe a Pirlo di schierare contemporaneamente magari, Kulusevski, Morata (o Dybala) e Ronaldo, mentre sul mercato Khedira è al passo d’addio (manca solo l’accordo sulla buonuscita ma si potrebbe chiudere intorno ai 3 milioni di euro), e gli stessi Douglas Costa, Bernardeschi e Rugani non sono ancora certi della conferma. Ultimo aggiornamento: 19:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA